Fase 2, il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Palmi esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta con il Tribunale

Parisi: «Ci auguriamo che il Governo prenda altri provvedimenti sulle attività degli Uffici Giudiziari»

0
426

Il mondo giudiziario del foro palmese, dagli Uffici di cancelleria ai Magistrati della Procura e  del Tribunale di Palmi unitamente all’avvocatura del foro di Palmi, già da diversi giorni si sono riattivati per la FASE 2.

Lo spazio temporale tra il 12 Maggio ed il 31 Luglio si sta dimostrando un ritorno parziale all’attività giurisdizionale la cui regolamentazione è stata affidata ai dirigenti degli uffici circondariali. Con non poca emozione il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palmi e con molta soddisfazione, l’avvocato Antonino Parisi ha dichiarato: «Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di cui mi onoro di essere il Presidente si è preoccupato di garantire, anche nella cosiddetta Fase 1, l’apertura dei nostri uffici, le iscrizioni on-line ai tirocinanti ed i giuramenti in videoconferenza ai praticanti ed ai neo avvocati, in collaborazione con l’Associazione Italiana Giovani Avvocati ha organizzato il corso di formazione in modalità e-learning sul processo telematico e l’udienza civile da remoto ed ha partecipato attivamente alla interpretazione della caotica e sovrapposta normativa diffondendo un vademecum che aiutasse i nostri comportamenti. Inoltre, con una procedura innovativa per il nostro Tribunale, e non solo per il nostro, per la Fase 2  ha chiesto ed ottenuto che alla discussione sui protocolli partecipassero  anche gli organismi e le associazioni come Camera Penale, Camera Civile ed AIGA Palmi, che avevano avanzato proposte migliorative.

Le riunioni tra le varie componenti dell’Avvocatura ed il Presidente del Tribunale, la Dottoressa Concettina Epifanio, e tutti i Presidenti di Sezione sia Penale che Civile sono state molto proficue a dimostrazione del fatto che, quando gli strumenti di democrazia vengono utilizzati correttamente e con l’apertura culturale di cui dobbiamo dare atto ai nostri interlocutori, il risultato è superiore alle decisioni monocratiche. Cercheremo tutti di applicare le regole in maniera corretta ed intelligente pronti ad affrontare le difficoltà che dovessimo incontrare anche grazie alle segnalazioni dei colleghi, come avvenuto qualche giorno fa con l’ufficio UNEP. Nella piena consapevolezza delle difficoltà oggettive, sia di natura strutturale sia di carenza di personale, in cui si trova il Tribunale di Palmi, riteniamo di aver raggiunto risultati soddisfacenti. In ogni caso come auspicato giorno 21 maggio scorso durante la riunione tenutasi in conference call del Dipartimento Organizzazione Giudiziaria del personale e dei servizi del Ministero della Giustizia, dove il Capo del Dipartimento la Dottoressa Barbara Fabbrini ha riunito le regioni dell’estremo sud e cioè Basilicata, Calabria e Sicilia, con l’intervento dei Capi degli Uffici Giudiziari dei Distretti e delle Procure Generali delle Corti d’Appello, i Presidenti dei C.O.A. e tre delegati del CNF tra cui il nostro conterraneo e past president l’Avvocato Francesco Napoli, si prospetta già a partire dal 6 giugno prossimo venturo una maggiore apertura da parte degli uffici di Cancelleria con un graduale rientro dallo smart working del personale e l’apertura degli uffici anche degli Unep in orario pomeridiano. Nel frattempo per ciò che concerne il nostro circondario sono certo che, ancora una volta, l’avvocatura del Foro di Palmi dimostrerà la sua compostezza e la sua intelligenza, con questo animo e con la speranza che torneremo presto alla normalità, a nome mio e dell’intero Consiglio auguro a tutti buon lavoro».