Domani la prima calabrese de “Il Rosso e lo Zenzero” di Domenicantonio Minasi

Due gli appuntamenti: alle 18 la presentazione nella libreria Ubik di Cosenza ed alle 23 al ristorante La Prosciutteria con il finger book. Saranno presenti l'attore Peppino Mazzotta e Mimmo Cavallaro

Per la prima calabrese del suo libro di poesie “Il Rosso e lo Zenero” Domenicantonio Minasi ha scelto Cosenza con una presentazione-evento itinerante.

Due gli appuntamenti nella giornata di sabato 13 aprile, il primo alle 18 alla Libreria Ubik, con la partecipazione di Peppino Mazzotta, attore di cinema, teatro e fiction (Il Commissario Montalbano, Squadra Antimafia, Anime nere) a cui saranno affidate alcune letture sceniche, e Mimmo Cavallaro, grande interprete e sperimentatore della tradizione musicale calabrese che eseguirà interpretazioni acustiche delle sue canzoni preparate appositamente per l’evento.

il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana Ape maia

Moderano l’incontro letterario Cristina Marra, giornalista e direttrice artistica del Calabria Noir Festival e di Lipari Noir Festival e Luigi Carbone, giornalista e scrittore.

La presentazione itinerante proseguirà per le vie del centro storico al ristorante La Prosciutteria, via Archi di Ciaccio, 23 dove ci sarà un momento gourmet con il finger book, un’idea di Domenicantonio Minasi sull’associazione di gusto tra le poesie del libro, che contengono numerosi riferimenti al food, e alcuni finger food realizzati per l’occasione dallo chef.

La raccolta poetica “Il rosso e lo zenzero” concepita in un anno e mezzo di lavoro ha la prefazione del Professor Raffaele Morelli, psicoterapeuta, filosofo e scrittore, dal 1979 direttore della rivista Riza Psicosomatica.

La sensuale illustrazione delle copertina è del maestro Milo Manara, disegnatore di fama internazionale, che detiene tutti i segni dell’amore nel gesto di una bellissima donna su un letto sfatto che si nutre del cuore: l’attesa, la passione, il possesso e la gelosia, la sofferenza e il disincanto. Il disegno è tratto dal libro di Vincenzo Mollica e Milo Manara Pin up – Art.

Il libro racconta di amori che mordono feroci il cuore. Amori rosso sangue pungenti come lo zenzero. Amori inafferrati e lasciati andare. Per condividere un sogno la richiesta del cuore è la perfezione. Questi amori nudi e imperfetti sono trentuno poesie più Le attese, edite da L’Erudita. Sensazioni senza resistenza e intralci espresse da Domenicantonio Minasi con un linguaggio potente e incorrotto, che arriva veloce all’anima. 

Questa raccolta poetica nasce da ciò che non si vede, dalle immagini dell’anima e dalle visioni del cuore non dirette. In questo orlo mediano si trova la poesia di Minasi. Proprio lì al centro dell’anima tra fantasia e concretezza. Le 31 poesie sono frecce che cercano l’estasi. Sono baci posati sulle zone segrete del cuore, un confine che separa e unisce il desiderio della persona amata.

Le grafiche della presentazione, inviti e roll up sono a cura di Stefano Gaudio per Ark Design.