Coronavirus, positivi due assessori a Rosarno

Sono 4 i nuovi contagiati oggi, tra questi anche un dipendente dell’Ufficio Postale

0
355
Il comune di Rosarno
Il comune di Rosarno

A Rosarno, oggi, sono stati registrati altri 4 nuovi casi di positività al COVID-19.

«Come vi avevamo anticipato nelle precedenti comunicazioni, i numeri sono destinati ad aumentare, per questo la cosa più importante da fare è osservare in maniera scrupolosa le regole anticontagio e non rincorrere pettegolezzi, come purtroppo ancora molti dei nostri concittadini continuano a fare – dice il sindaco di Rosarno, Giuseppe Idà – Oggi abbiamo dovuto continuamente smentire le presunte positività di Sindaco, Vicesindaco e Amministratori, che sono in prima linea anche per cercare di tutelare la salute pubblica e non per semplice piacere personale».

Tra i positivi anche gli Assessori Palaia e Sorrenti; «gli stessi hanno adottato ogni cautela possibile e al presentarsi dei sintomi hanno osservato la misura della quarantena, limitando al massimo ogni tipo di contatto, tant’è che sono trascorsi più di 13 giorni dall’ultima presenza presso i Pubblici Uffici, e nessuna criticità di tipo sanitario è stata fino ad oggi rilevata – prosegue Idà – Noi stiamo facendo il possibile per contenere la diffusione del virus sul territorio, infatti in data odierna è stata effettuata la sanificazione del Palazzo Comunale e, di intesa con il Dirigente Scolastico, abbiamo concordato il raddoppio dei turni di sanificazione ed igienizzazione di tutte le scuole».

E c’è anche, tra i contagiati, un dipendente delle Poste di Rosarno, motivo per il quale l’Ufficio è rimasto chiuso al pubblico al fine di effettuare un’accurata sanificazione dei locali.

A causa del personale in quarantena, l’ufficio riaprirà a partire da domani ma con orario ridotto (8:20 -13:35).

«Vi chiediamo di evitare assembramenti, non vi accalcate nei pressi dell’Ufficio Postale e osservate la misura del distanziamento, non dimenticate che il virus circola tra di noi e solo con profondo senso di responsabilità riusciremo a tutelare noi stessi e i nostri cari», conclude il sindaco.