Coronavirus, metà dei tamponi eseguiti a Palmi ha dato esito negativo

Il sindaco: «La situazione va tenuta sotto controllo. Restiamo cauti e rispettiamo le regole»

0
259

Sono 350 i tamponi effettuati tra ieri ed oggi sulla popolazione palmese che risiede nei tre quartieri isolati a seguito del focolaio di Coronavirus sviluppatosi una settimana fa, e di metà di questi se ne conosce già l’esito: sono negativi.

Una notizia buona dopo giorni di timore e rabbia, in cui Palmi si è vista piombare addosso l’interesse dei media nazionali dopo la decisione del presidente della Regione Jole Santelli di isolare i quartieri di Tonnara, Scinà e Pietrenere fino al 26 Giugno, al fine di circoscrivere la diffusione del virus, originatosi proprio da due cittadini palmesi residenti alla Tonnara, rientrati dall’Emilia Romagna.

L’interesse è forte perché, sebbene quella di Palmi non possa essere definita una vera zona rossa, in Italia è uno dei pochissimi casi di città con aree isolate; l’altro caso è rappresentato da un quartiere di Mondragone, comune della Campania. Inoltre l’isolamento dei tre quartieri è avvenuto nel Comune di una delle regioni che ha finora il numero più basso di contagi.

Sono 9 i soggetti ad oggi positivi a Palmi e 22 i nuclei familiari sottoposti a quarantena per contatti con le persone che hanno contratto il virus; due poi i casi accertati fuori dal Comune di Palmi di soggetti positivi entrati in contatto con le persone di Palmi, uno a Rizziconi e uno a Pizzo. 

Questo il messaggio dell’amministrazione comunale: «In queste ore stiamo seguendo con grande attenzione l’evolversi della situazione legata al CoVid – 19. Comunichiamo alla cittadinanza che circa il 50% dei numerosi tamponi effettuati a partire da ieri sono stati già processati e tutti hanno dato esito negativo. Su circa 350 tamponi prelevati, la metà è stata dunque già esaminata senza che si sia riscontrato alcun nuovo caso di CoVid. Ciò non significa che sia tutto finito, la situazione resta da tenere sotto attenta osservazione. Pur trattandosi di un dato ancora parziale, si tratta comunque di una notizia assolutamente positiva e che ci fa ben sperare per una immediata ripartenza. Restiamo cauti e continuiamo a monitorare la situazione con serenità ed equilibrio. Rispettiamo le regole e ripartiremo più forti di prima».