Clan Maio di San Martino, confiscati beni per un milione e 100 mila euro

I carabinieri hanno confiscato beni mobili, immobili e finanziari riconducibili al patrimonio di Giuseppe Panuccio, 86 enne di Taurianova, già ai domiciliari

I carabinieri hanno confiscato beni mobili, immobili e finanziari riconducibili al patrimonio di Giuseppe Panuccio, 86 enne di Taurianova, già ai domiciliari.

Panuccio è ritenuto esponente di assoluto rilievo della “cosca “Maio” che a San Martino di Taurianova.

British Scrivici Ape maia Dolce aroma

Il provvedimento, scaturisce da attività di accertamento patrimoniale condotta dal nucleo investigativo del comando provinciale di Reggio Calabria in conseguenza dell’operazione “Tutto in famiglia” del dicembre 2011.

In quella circostanza Panucccio ed altri 19 indagati furono destinatari di provvedimento di fermo per associazione mafiosa, usura, danneggiamento e minacce.

L’operazione Tutto in famiglia che portò alla disarticolazione della cosca Maio e costituì la prima conferma giudiziaria dell’esistenza di quella ‘ndrina a San Martino.

Giuseppe Panuccio nel novembre 2014 è stato condannato a 12 anni di reclusione. La condanna è stata confermata in Appello.

La confisca ha riguardato un’impresa agrumicola di Taurianova, 7 terreni ubicati a Taurianova, Varapodio e Rizziconi, un fabbricato, svariati rapporti bancari, titoli obbligazionari, polizze assicurative. Il tutto, per un valore complessivo ammontante a circa un milione e 100 mila euro.

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab