HomeCronacaCittanova, in manette un uomo per ricettazione e detenzione illecita di armi

Cittanova, in manette un uomo per ricettazione e detenzione illecita di armi

Pubblicato il

CITTANOVA – Un uomo di 41 anni, G. M., è stato arrestato in flagranza di reato dagli agenti del commissariato di polizia di Taurianova e Cittanova.

L’uomo è pregiudicato, resosi responsabile dei reati di detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione.

Successivamente ad un’attività investigativa portata avanti dal personale della Polizia di Stato, nell’ambito di un più ampio servizio di prevenzione e repressione dei reati, a seguito di perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’uomo, gli agenti hanno rinvenuto, carica e prontamente utilizzabile, una pistola risultata rubata, nonché numerose cartucce di fucile e di pistola, il tutto, naturalmente, detenuto illegalmente.

L’arrestato dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Palmi in attesa dell’udienza per direttissima, tenutasi nella mattinata odierna, all’esito della quale l’Autorità Giudiziaria ne convalidava l’arresto e disponeva gli arresti domiciliari.

 

Ultimi Articoli

La Parrocchia ponte tra generazioni nella 45ª Giornata nazionale per la vita

Per celebrare la 45ª Giornata nazionale per la vita la Parrocchia Santa Marina Vergine...

‘Ndrangheta, chiuse le indagini sulla prima “locale” romana: 67 a rischio processo

A capo del gruppo criminale ci sarebbero Antonio Carzo e Vincenzo Alvaro, appartenenti a storiche famiglie di 'ndrangheta di Cosoleto

Maxi sequestro da 45 mln di euro, i fratelli Berna negano ogni coinvolgimento

È quanto afferma in una nota l'avvocato Emilia Eva Giurato, difensore dei due imprenditori

‘Ndrangheta, chiuse le indagini sulla prima “locale” romana: 67 a rischio processo

A capo del gruppo criminale ci sarebbero Antonio Carzo e Vincenzo Alvaro, appartenenti a storiche famiglie di 'ndrangheta di Cosoleto

Maxi sequestro da 45 mln di euro, i fratelli Berna negano ogni coinvolgimento

È quanto afferma in una nota l'avvocato Emilia Eva Giurato, difensore dei due imprenditori