Catturati i latitanti Giuseppe Ferraro e Giuseppe Crea

0
3854
le armi nel bunker

RIZZICONI – Sono stati catturati questa mattina all’alba i latitanti Giuseppe Crea e Giuseppe Ferraro. I due esponenti dei clan della Piana sono stati catturati nelle campagne al confine tra i comune di Melicucco e Rizziocni, dagli uomini della Squadra mobile di Reggio, diretta da Francesco Rattà, con il supporto della prima divisione dello Sco diretta da Andrea Grassi.

La notizia è stata pubblicata pochi minuti fa sul profilo twitter della Polizia di Stato. Nel bunker dove si nascondevano i due latitanti la Poliza ha trovato anche diverse armi.

“Circa venti armi fra pistole, fucili mitragliatori, fucili a pompa e numerose munizioni – ha dichiarato il procuratore Cafiero De Raho in una dichiarazione rilasciata a Rainews 24 – Come se dovessero sostenere una guerra e questo conferma la pericolosità di queste persone”.

Giuseppe Ferraro era ricercato dal 1998 mentre Giuseppe Crea era latitante dal 2006.

Cafiero De Raho: «invito le persone a collaborare»

“Adesso che il territorio è stato liberato – ha detto il procuratore Cafiero De Raho – da questi due pericolosi latitanti, invito le persone a farsi avanti e collaborare per far luce sui loro crimini, come l’omicidio di Francesco Maria Inzitari. Questa operazione è la dimostrazione di come la Dda non abbia dimenticato la promessa di far luce sull’uccisione del diciottenne, che rimane uno degli episodi più gravi ed efferati avvenuti in questa terra, maturato in un contesto di ‘ndrangheta che chiama direttamente in causa il clan Crea e il suo reggente”.