Cannabis, arrestati a Oppido padre e figlio

Il Tribunale di Palmi ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per Domenico e Michele Moio

0
1668
immagine di repertorio

Due persone di Oppido Mamertina, Domenico e Michele Moio, padre e figlio rispettivamente di 59 e 25 anni, sono stati arrestati dai carabinieri a seguito del rinvenimento di una piantagione di marijuana.

Il gip del Tribunale di Palmi ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di padre e figlio, su richiesta del pubblico ministero Giorgio Panucci.

Le indagini sono state condotte dai militari della Stazione Carabinieri di Oppido Mamertina, insieme al personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” e dell’8° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Vibo Valentia, da cui è emersa la responsabilità di Domenico Moio, in concorso con il figlio Michele, nella coltivazione di una piantagione di cannabis indica di oltre 300 piante, scoperta nello scorso mese di settembre.

Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati portati nel carcere di Reggio Calabria Arghillà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.