HomeCronacaAttacchi alla Polizia Locale dal palco dei comizi: il SULPL condanna le...

Attacchi alla Polizia Locale dal palco dei comizi: il SULPL condanna le parole di Barone

Pubblicato il

Questa Organizzazione Sindacale, autonoma e di categoria, ha ritenuto doveroso intervenire solo al termine della competizione elettorale del 12 giugno, proprio per evitare ogni eventuale strumentalizzazione, ma non può far a meno di procedere ad analisi di quanto proferito nel comizio dell’uno giugno scorso dall’ex sindaco Barone oggi candidato a sindaco per la città di Palmi.

Il candidato Barone in particolare parla di “vigili urbani”, dizione ormai scomparsa sin dal 1986 con l’entrata in vigore della Legge sull’ordinamento della Polizia Municipale n.65 dello stesso anno.

Il signor Barone sostiene di essere vicino ed amico delle forze dell’ordine, ma che i «vigili urbani non debbano trasbordare», lasciando intendere che le azioni e le competenze della Polizia Locale trovino nell’ordinamento delle limitazioni perché riservate alle altre forze di Polizia e che i poliziotti locali adottino dei comportamenti repressivi.

Quanto sopra proferito da un ex sindaco che si ricandida a ricoprire detta carica lascia perplessi proprio perché dovrebbe conoscere cosa può ma soprattutto deve obbligatoriamente fare, nell’espletamento del proprio dovere, la polizia locale.

Le qualifiche sono attribuite agli appartenenti la Polizia Locale dall’art. 5 Legge 65/86 il quale prevede: «Il personale che svolge servizio di polizia municipale, nell’ambito territoriale dell’ente di appartenenza e nei limiti delle proprie attribuzioni, esercita anche:

  1. funzioni di polizia giudiziaria, rivestendo a tal fine la qualità di agente di polizia giudiziaria, riferita agli operatori, o di ufficiale di polizia giudiziaria, riferita ai responsabili del servizio o del Corpo e agli addetti al coordinamento e al controllo ai sensi del codice di procedura penale;
  2. servizio di polizia stradale,
  3. funzioni ausiliarie di pubblica sicurezza ai sensi dell’articolo 3 della presente legge».

Gli unici limiti, ergo, sono territoriali e per quanto attiene le funzioni di polizia giudiziaria temporali, legati all’espletamento del servizio.

Basta solo leggere l’art.55 c.p.p. per comprendere cosa deve obbligatoriamente fare la polizia locale in ordine alla Polizia Giudiziaria: «La polizia giudiziaria deve, anche di propria iniziativa, prendere notizia dei reati, impedire che vengano portati a conseguenze ulteriori, ricercarne gli autori, compiere gli atti necessari per assicurare le fonti di prova e raccogliere quant’altro possa servire per l’applicazione della legge penale [347-357 c.p.p.].

  • Svolge ogni indagine e attività disposta o delegata [131, 370 c.p.p.; 77 disp. att.] dall’autorità giudiziaria(1).
  • Le funzioni indicate nei commi 1 e 2 sono svolte dagli ufficiali e dagli agenti di polizia giudiziaria.” Le funzioni di P.G. sono svolte alle dirette dipendenze dell’Autorità Giudiziaria».

Per quanto sopra questa Organizzazione sindacale esprime vicinanza al Comandante ed agli appartenenti del Corpo di Polizia Locale di Palmi la cui dedizione, la professionalità e l’impegno diuturno sono conosciuti e riconosciuti in tutta Italia.

Il segretario Generale                                           Il segretario generale aggiunto

F.to Mario Assirelli                                              F.to Giuseppe Bonfilio

Ultimi Articoli

Palmi, la Metrocity investe sul Monte Sant’Elia: finanziato progetto di quasi 100mila euro

Versace e Ranuccio: «Riqualificazione ambientale e valorizzazione in chiave turistica»

Cittanova, un ricco cartellone di eventi per le festività natalizie

Numerosi gli eventi programmati dal comitato spontaneo "Cittanova in festa"

Rigassificatore a Gioia Tauro, Occhiuto: «Meloni prenda in mano questo dossier»

Le dichiarazioni del governatore Occhiuto in un'intervista a "La Stampa"

Porti, tasse d’ancoraggio ridotte a sostegno dei traffici portuali

L'obiettivo è di mantenere il primato nazionale di Gioia Tauro nel settore del transhipment. 

Eseguito un mandato di arresto europeo in Grecia per un 32enne ricercato nel Reggino

L'uomo è accusato anche di tentato omicidio nei confronti di un 59enne di Melito Porto Salvo

Uccisero in carcere un educatore, adesso uno degli imputati vuole patteggiare

Si tratta di Vittorio Foschini, coinvolto nell'inchiesta di 'ndrangheta "Wall Street"