HomePoliticaA San Ferdinando nasce il "Giardino della memoria"

A San Ferdinando nasce il “Giardino della memoria”

Pubblicato il

Giovedì 27 luglio, alle 19:30, si terrà l’inaugurazione del “Giardino della Memoria”, presso il lungomare di San Ferdinando (lato nord).

Il “Sentiero del Sognatore” si arricchisce dunque di un altro tassello. Il percorso, realizzato con materiali da riciclo dai volontari del Servizio Civile 2020/2021, è stato recentemente rimesso in sesto da un gruppo di ragazzi, che si sono anche fatti carico delle spese di restauro e manutenzione.

La cerimonia inizierà con la piantumazione di diversi arbusti, che saranno dedicati alla memoria di Pasquale Severino e Giuditta Levato.

Figura cardine del panorama politico calabrese, sindacalista, fondatore dell’ Associazione Civica S. Barbara Onlus, Pasquale Severino è stato un pezzo di storia della comunità sanferdinandese.

Nata in provincia di Catanzaro, Giuditta Levato è stata promotrice delle battaglie contro l’egemonia latifondista, scatenate dalla Riforma Agraria del 1944. Esponente del PCI, riuscì a guidare migliaia di braccianti verso la liberazione dallo sfruttamento agricolo.

Morì a 31 anni, capeggiando una protesta contadina contro il latifondista Pietro Mazza.

L’evento sarà patrocinato da Mediterranean Hope, programma migranti e rifugiati della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, e dal suo ostello sociale DambeSo, SOS Rosarno e La Coperta della Memoria della Piana di Gioia Tauro e di Palmi, con la collaborazione dell’Associazione Civica S. Barbara Onlus.

Parteciperanno inoltre all’iniziativa i ragazzi della Comunità delle Piagge, esperienza comunitaria nata nella periferia di Firenze a metà degli Anni ’90.

La rassegna si concluderà venerdì 28 luglio, alle 19:30, con la presentazione del libro “Volevo solo essere felice” di Ginetta Rotondo.

Ultimi Articoli

Guardia giurata palmese accusata di atti persecutori, il gip decide l’archiviazione

L'uomo era difeso dagli avvocati Mimma Sprizzi, Pasquale Aquino e Antonio Papalia

Polistena Futura denuncia: «Termosifoni spenti nelle scuole. Dov’è il sindaco?»

Il gruppo consiliare di opposizione punta il dito anche contro la mancata nomina degli assistenti ai disabili

Esplosione mortale a Bagnara: una fiamma ossidrica potrebbe essere all’origine dello scoppio

Lo scoppio potrebbe essere stato provocato da una scintilla sprigionata da una fiamma ossidrica

25 novembre, dal “Pizi” di Palmi un forte “no” alla violenza sulle donne

Il “Pizi” fa sentire forte e chiaro il suo “no” alla violenza contro le...

Polistena Futura denuncia: «Termosifoni spenti nelle scuole. Dov’è il sindaco?»

Il gruppo consiliare di opposizione punta il dito anche contro la mancata nomina degli assistenti ai disabili

25 novembre, dal “Pizi” di Palmi un forte “no” alla violenza sulle donne

Il “Pizi” fa sentire forte e chiaro il suo “no” alla violenza contro le...