HomeCronacaVarapodio, sequestrate 2 cave e un impianto di lavorazione di inerti. Denunciati...

Varapodio, sequestrate 2 cave e un impianto di lavorazione di inerti. Denunciati due fratelli

Pubblicato il

I Carabinieri Forestali della Stazione di Cittanova, su mandato della Procura della Repubblica di Palmi, hanno scoperto e sequestrato, in località “Bozzara”, nel Comune di Varapodio, un impianto per la lavorazione di inerti per l’edilizia e due aree ricavate in terreni agricoli trasformati in cava di estrazione del materiale.

I militari di pattuglia, nel corso di diverse ispezioni, hanno individuato i gestori di questa attività, riconducibile a due fratelli del posto, uno dei quali proprietario dei terreni utilizzati come cava che, allo stato degli atti salve le verifiche nei vari gradi di giudizio, risulta priva della prevista Autorizzazione Unica Ambientale, ubicati poco distante dall’alveo del Torrente Marro ed in zona sottoposta a vincolo idrogeologico. 

Forte è l’impatto che questa attività ha generato sul territorio producendo, sul piano di campagna, due grandi cavità stimate in svariate migliaia di metri cubi di materiale asportato.  

Inevitabile il deferimento dei due fratelli all’Autorità Giudiziaria ed il sequestro delle aree e delle macchine movimento terra al servizio dell’impresa.

Continua l’azione dei Carabinieri Forestali in difesa del territorio e dell’ambiente, a cui i cittadini possono dare il proprio contributo segnalando al 1515, numero di emergenza ambientale, ogni potenziale illegalità.

Ultimi Articoli

Palmi, la Metrocity investe sul Monte Sant’Elia: finanziato progetto di quasi 100mila euro

Versace e Ranuccio: «Riqualificazione ambientale e valorizzazione in chiave turistica»

Cittanova, un ricco cartellone di eventi per le festività natalizie

Numerosi gli eventi programmati dal comitato spontaneo "Cittanova in festa"

Rigassificatore a Gioia Tauro, Occhiuto: «Meloni prenda in mano questo dossier»

Le dichiarazioni del governatore Occhiuto in un'intervista a "La Stampa"

Porti, tasse d’ancoraggio ridotte a sostegno dei traffici portuali

L'obiettivo è di mantenere il primato nazionale di Gioia Tauro nel settore del transhipment. 

Eseguito un mandato di arresto europeo in Grecia per un 32enne ricercato nel Reggino

L'uomo è accusato anche di tentato omicidio nei confronti di un 59enne di Melito Porto Salvo

Uccisero in carcere un educatore, adesso uno degli imputati vuole patteggiare

Si tratta di Vittorio Foschini, coinvolto nell'inchiesta di 'ndrangheta "Wall Street"