Trimboli: “Non si strumentalizzi la festa della Varia”

0
705
La Varia di Palmi, edizione 2008

PALMI – E’ la Varia uno degli argomenti di cui si parla tanto negli ultimi tempi a Palmi, festività sulla quale si sono accesi i riflettori della città tutta non per l’importanza che riveste, bensì perché su di essa si è fondata l’ultima crisi politico-amministrativa.

Il consigliere di minoranza e capogruppo all’interno del Gruppo Misto, Aldo Trimboli, attraverso un comunicato stampa ha voluto rendere nota una riflessione in merito alla famosa festa e alla strumentalizzazione che se ne sta facendo.

Trimboli ringrazia anzitutto le associazioni benefiche e di volontariato che si sono fatte promotrici di molte iniziative, nella speranza di riuscire ad organizzare la festa in agosto, ma poi riconosce come le forze politiche della città stiano utilizzando la Varia come uno strumento per salvare la credibilità persa a causa del fallimento politico-amministrativo.

Il consigliere Aldo Trimboli

«Tutti pensano di essere diventati responsabili in un solo colpo, dopo quattro anni di disastri – scrive il consigliere nel comunicato – Non si parla più di PSC, di ospedale, di rotatorie o di quant’altro ma si pensa solo che la festa della Varia possa risolvere tutto. Un’ottima strategia per nascondere e far dimenticare a tutti i problemi del nostro territorio, ormai in uno stato quasi impresentabile».

Trimboli fa riferimento poi al turismo di cui a Palmi si predica sempre e tanto.

«Altro che turismo – conclude il consigliere –  dalla Tonnara al Sant’Elia c’è solo uno stato di abbandono, addirittura nei pressi del Cinema Teatro “Sciarrone” passeggiano anche i topi, insomma un degrado urbano vergognoso per la città di Palmi».

 

Viviana Minasi