HomeCulturaStorie d'amore d'altri tempi: l'Archivio di Stato di Reggio Calabria diffonde il...

Storie d’amore d’altri tempi: l’Archivio di Stato di Reggio Calabria diffonde il contratto prematrimoniale di due giovani vissuti nel ‘700

Pubblicato il

29 novembre del 1773: una giovane donna di nome Elisabetta si presenta dinanzi al notaio della città di Seminara Michelangelo Soriani, insieme al padre, Giuseppe Marra. La famiglia Marra, originaria di Sambatello, viveva a Seminara da diverso tempo.

Con loro si presentano dal notaio anche Antonio Borgese e il figlio Vincenzo, di Seminara anch’essi.

Elisabetta e i tre uomini erano lì per un solo motivo: contrarre matrimonio dinanzi al notaio.

A documentarlo è l’atto conservato nell’Archivio di Stato di Reggio Calabria – sezione di Palmi, che in occasione della giornata dedicata all’amore e agli innamorati è stato condiviso perché venisse conosciuto insieme alla storia di Elisabetta.

Per conoscere bene la vicenda, però, è necessario tornare indietro di qualche tempo e andare al 17 luglio del 1773.

In quel giorno Giuseppe Marra, padre di Elisabetta, si era presentato dinanzi allo stesso notaio Soriani, insieme alla moglie Giovanna Lombardo e con Antonino e Vincenzo Borgese; l’intenzione di tutti era di stipulare i capitoli matrimoniali fra Vincenzo ed Elisabetta, dichiarata, dal padre, vergine “in capillis”.

I capitoli matrimoniali, comuni fra i rogiti notarili, erano un accordo prematrimoniale consacrato in scritture, attraverso il quale venivano assegnate alle giovani spose e quote di patrimonio ad esse spettanti. La futura sposa non prendeva mai parte attiva nei capitoli, non presenziava neppure alla redazione del contratto e, in sua vece, vi erano sempre i genitori. Fu così anche per Elisabetta. Il futuro sposo al contrario era sempre presente, e solo se giovane, era accompagnato dal padre.

Poteva capitare poi che vi fossero delle circostanze che rendevano impossibile la celebrazione del matrimonio concordato, per cui entrambe le parti, di comune accordo, predisponevano lo scioglimento di tutti gli impegni assunti nei capitoli matrimoniali.

Fu proprio questo il caso di Vincenzo ed Elisabetta, la quale venuta a sapere quanto tre mesi prima avevano deciso e attuato i genitori in nome suo, rifiutò categoricamente gli accordi stipulati, costringendo i suoi genitori ad annullare i capitoli.

Con la dissoluzione del matrimonio, così come trascritto dal notaio, a Vincenzo era lecito contrarre matrimonio con altre persone e anche Elisabetta era “[…]nella sua libertà di contraere [matrimonio] con chi meglio li parerà, e piacerà […]”.

«Nulla di romantico, così come avrebbe richiesto la giornata che oggi si festeggia, San Valentino! – è scritto nei canali social dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria, dove è possibile consultare l’accordo sottoscritto dai genitori della sposa – Noi ci auguriamo che Elisabetta, nel caso in cui si sia sposata, lo abbia fatto nella piena libertà di scegliere “con chi meglio li parerà, e piacerà”, e con l’appoggio amorevole dei suoi genitori».

Ultimi Articoli

I giovani di Cinquefrondi in udienza dal Papa

Venerdì 19 Aprile i giovani della Parrocchia San Michele Arcangelo di Cinquefrondi incontreranno Papa...

Due studenti del “Piria” di Rosarno fra le eccellenze calabresi a Bruxelles

Si è conclusa con grande successo la prima edizione dell'iniziativa promossa dalla Regione Calabria

Ok in Consiglio Metropolitano a variazioni di bilancio per il Villaggio della Solidarietà di San Ferdinando

Disco verde anche per il finanziamento per un progetto con l'AgID e il sostegno al Torneo di calcio a 5 delle Regioni

Operazione “Game over”: smantellata una rete di spacciatori nella Piana

L’operazione è dei carabinieri della compagnia di Taurianova

Reperti del terremoto del 1908 si aggiungono al patrimonio del Comune di Reggio Calabria

Diversi monili e varia documentazione, già esposti nel corso della mostra al Castello Aragonese, saranno destinati al costituendo Museo civico cittadino

Sarà la musica la protagonista al Festival di diritto e letteratura. Super ospite Claudio Baglioni

Palmi, presentato il programma della undicesima edizione della manifestazione che si svolgerà dal 18 al 20 aprile