Rizziconi, il TAR ordina la riapertura della Guardia Medica

Giovinazzo: «Grande risultato per questa amministrazione»

0
465
Il Tar di Reggio Calabria con sentenza del 10 dicembre ha dato definitamente ragione al Comune di Rizziconi: la Guardia Medica deve essere riaperta. Già nel 2012 il TAR aveva stabilito che era da considerarsi illegittimo il provvedimento amministrativo con il quale  nell’anno 2009 era stata decisa la soppressione della postazione di continuità assistenziale nel territorio comunale.
L’attuale Amministrazione Comunale, preso atto che nessuna iniziativa è stata assunta nel tempo dall’Azienda Sanitaria, ha posto nuovamente la questione all’attenzione dei Giudici Amministrativi con ricorso per ottemperanza, affidato al patrocinio del proprio legale, avvocato Leonardo Iamundo. La recentissima sentenza del TAR, nel ribadire l’obbligo dell’ASP di ripristinare la postazione di Guardia Medica entro il termine massimo di 90 giorni, ha nominato commissario ad acta il Prefetto di Reggio Calabria per il caso che i vertici dell’Azienda Sanitaria non dovessero eseguire la decisione, ponendo anche a carico dell’ASP una penale di 30 euro per ogni giorno di ritardo.   

«Un grande risultato ottenuto da questa Amministrazione Comunale che in maniera ferma e decisa ha posto questo obiettivo tra le priorità dell’azione amministrativa. Soddisfazione ancor più marcata dalla considerazione che il TAR abbia nominato commissario ad acta il Prefetto di Reggio Calabria, circostanza questa significativa dell’importanza assegnata alla vicenda che coinvolge direttamente la salute dei cittadini rizziconesi. La presenza sul territorio di un punto di primo intervento sanitario è di vitale importanza e, in una situazione di vera e propria emergenza sanitaria, potrà dare maggiore tranquillità alla Cittadinanza. Una vittoria dell’intera comunità rizziconese».

Questo quanto dichiarato dal Sindaco Alessandro Giovinazzo e dall’Assessore alle Politiche Sociali Antonio Marcianò che concludono: «Il nostro impegno è costantemente volto a migliorare le condizioni di vita del nostro territorio ed il presidio di Guardia Medica nel Comune costituisce indubbiamente un servizio indispensabile per la collettività. Il costante impegno dell’Amministrazione al servizio della cittadinanza è stato premiato e questo fa sperare che possano essere raggiunti nuovi importanti risultati per la nostra comunità».