HomeAltre NotizieRiparte la protesta dei lavoratori di Piana Ambiente

Riparte la protesta dei lavoratori di Piana Ambiente

Pubblicato il

GIOIA TAURO – E’ ripartita la protesta tra i lavoratori di Piana Ambiente che da questa mattina hanno formato un presidio permanente davanti all’inceneritore di contrada Cicerna a Gioia Tauro.

La protesta era stata annunciata venerdì sera al termine dell’assemblea dei sindaci della Piana a cui hanno partecipato gli assessori regionali Franco Pugliano e Antonio Caridi.

Pensavano di ottenere impegni concreti sul pagamento degli stipendi ( non vengono pagati da mesi) e sul loro futuro professionale. I sindaci hanno invece deciso di creare una delegazione che possa partecipare a un tavolo tecnico che dovrebbe tenersi a livello regionale e di attivarsi per spingere i comuni a pagare quanto dovuto ai lavoratori in sostituzione di Piana Ambiente.

I 105 lavoratori vogliono garanzie per il futuro, chiedono di sapere quali siano i comuni interessati a creare un nuova realtà che si occupi della raccolta dei rifiuti e soprattutto pretendono che vengano pagati gli stipendi arretrati.

La protesta al momento è pacifica, i lavoratori non hanno effettuato alcun blocco ma hanno già annunciato che se a breve non ci saranno novità positive, bloccheranno l’ingresso all’inceneritore, impedendo a tutti i camion di scaricare i rifiuti.

Lucio Rodinò

Ultimi Articoli

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Libertà e regole tra musica e diritto secondo Sabino Cassese

Il professore è intervenuto da remoto al Festival Nazionale che si è svolto a Palmi

Come regolare lo smartphone per salvaguardare gli occhi

Lo smartphone è il dispositivo elettronico più utilizzato in assoluto, il quale è posseduto...