Presentata la stagione del Laboratorio Teatrale Rosarno ’76

0
472
Capria, Tripodi, Spataro
Capria, Tripodi, Spataro

ROSARNO – È stata presentata, presso palazzo “S. Giovanni”, l’undicesima “Rassegna di Teatro Amatoriale” a cura del Laboratorio Teatrale “Rosarno ’76”. Gli spettacoli (patrocinati dall’ente comunale), che andranno in scena ogni sabato dal 2 febbraio al 6 aprile, saranno in tutto 9 (contando anche la serata della premiazione finale che dovrebbe contenere, al suo interno, uno esibizione a sorpresa).

«Il leitmotiv della kermesse teatrale – ha subito spiegato il presidente della compagnia Carlo Capria – sarà quello della “risata contro la depressione che deriva dalla crisi economica attuale”». Oltre a pubblicizzare le varie compagnie che daranno lustro al cartellone invernale, Capria ha ritenuto necessario render noti gli intenti dell’associazione: «ridimensionare, per un paio d’ore, le difficoltà quotidiane che attanagliano le famiglie pianigiane, favorendo un contesto di spensieratezza ed allegria».

La parola è poi passata a Michele Spataro, direttore artistico e regista della gloriosa compagine teatrale medmea: «saremo orgogliosi di riuscire ad aggregare, nell’ambito delle nostre attività socio-culturali,  gli appassionati dell’intero circondario  che ogni anno ci dimostrano il loro affetto accorrendo in massa ai nostri spettacoli».

I due rappresentanti del “Laboratorio ‘76” hanno poi ringraziato l’amministrazione comunale per il sostegno ricevuto oltre che la dirigente scolastica Mariarosaria Russo e l’ente provinciale di Reggio Calabria per aver messo a disposizione i locali dell’Istituto d’Istruzione Superiore “R. Piria” di Rosarno.

Lo stesso primo cittadino medmeo ha spiegato, qualora ce ne fosse stato ancora bisogno, «quale importanza ricopre, per la città, il teatro amatoriale, il quale ha segnato la storia dell’intera comunità divenendo uno dei più importanti fattori di aggregazione sociale e di sviluppo cittadino dagli anni ’70 in poi».

Nonostante gli ingenti tagli inferti ai comuni da parte del governo centrale, il comune rosarnese intende puntare ancora sulla cultura, dando ampio spazio a questa rassegna teatrale che vedrà andare in scena alcune tra le più rinomate compagnie siculo/campane.

Oltre alla riproposizione della commedia “La gallina ve la servo calda”, che più di ogni altra contraddistingue la compagine medmea, l’inverno pianigiano vedrà andare in scena le compagnie di Messina, Milazzo, Adrano, Napoli, Salerno, Nola ed Isola Capo Rizzuto.

Sperando che un risata seppellisca la depressione provocata da quella che da molti viene considerata la più forte crisi che abbia investito l’Italia dal dopoguerra ad oggi, il primo appuntamento è previsto sabato 2 febbraio presso i locali del liceo scientifico “R. Piria” (ore 20:30).

Francesco Comandè