HomeAltre NotiziePorto di Gioia Tauro: la nota della Cgil su atto di vigliaccheria...

Porto di Gioia Tauro: la nota della Cgil su atto di vigliaccheria su Facebook

Pubblicato il

Riceviamo e pubblichiamo:

GIOIA TAURO – Quanto pubblicato sul social network Facebook, nel gruppo “Salviamo il Porto di Gioia Tauro”, riguardante la vertenza del porto  a firma di due rappresentanti del sindacalismo autonomo ( Sul ): Rocco Talianu e Domenico Macrì è un atto indegno nei confronti della Camera del Lavoro Gioiese e della CGIL tutta.

Rappresenta una vera e propria intimidazione di stampo ndranghetista e terrorista che, attraverso l’utilizzazione di immagini inquietanti – un caricatore di proiettili e il corpo del sindacalista CGIL Guido Rossa, trucidato dalle brigate rosse – seguite da parole farneticanti, lanciano una minaccia a tutti coloro che dell’azione sindacale hanno fatto una scelta di vita per la difesa della condizione dei lavoratori e delle lavoratrici.

Tale atto vigliacco non può passare sotto silenzio e la CGIL, come ha sempre fatto, in tutte le forme e sedi opportune difenderà la libertà e la democrazia nei posti di lavoro, così come hanno insegnato tutti coloro che hanno immolato la propria vita , come Guido Rossa, per la causa dei lavoratori.

La CGIL tutta non si lascerà intimidire da nessuno e continuerà con rinnovata forza, con il coinvolgimento delle forze sociali, politiche, istituzionali e dei lavoratori, ad esprimere le proprie posizioni a garanzia degli interessi generali  di sviluppo del porto di Gioia Tauro e di rappresentanza e tutela dei lavoratori.

Chiediamo alla Magistratura competente di non sottovalutare quanto è accaduto e richiamiamo lo stesso Sul ad intervenire per allontanare quanti, con i loro gesti e le loro parole, offendono tutto il mondo del sindacalismo democratico e libero.

Il Segretario Generale della CGIL Calabria
Sergio Genco


 

Ultimi Articoli

Guardia giurata palmese accusata di atti persecutori, il gip decide l’archiviazione

L'uomo era difeso dagli avvocati Mimma Sprizzi, Pasquale Aquino e Antonio Papalia

Polistena Futura denuncia: «Termosifoni spenti nelle scuole. Dov’è il sindaco?»

Il gruppo consiliare di opposizione punta il dito anche contro la mancata nomina degli assistenti ai disabili

Esplosione mortale a Bagnara: una fiamma ossidrica potrebbe essere all’origine dello scoppio

Lo scoppio potrebbe essere stato provocato da una scintilla sprigionata da una fiamma ossidrica

25 novembre, dal “Pizi” di Palmi un forte “no” alla violenza sulle donne

Il “Pizi” fa sentire forte e chiaro il suo “no” alla violenza contro le...

A Gioia Tauro il convegno sulla gestione della crisi d’impresa dell’ODCEC di Palmi

«Il successo della normativa dipenderà anche da un cambio formativo di tutte le parti...

Palmi, il 26 novembre la tavola rotonda sulle eccellenze professionali femminili

Alle 17:00 nell'aula consiliare del Comune di Palmi

Truffe online sul pellet, U.Di.Con.: «Prestare molta attenzione»

Il Commissario Regionale Iamundo lancia un avvertimento ai consumatori calabresi