HomeSportPalmese col brivido: contro lo Scalea il pari arriva allo scadere

Palmese col brivido: contro lo Scalea il pari arriva allo scadere

Pubblicato il

di Antonino Casadonte – Quando scende in campo la Palmese di mister Crucitti fino al 90° è tutto in bilico e si rimane sempre col fiato sospeso. E anche nella trasferta di Scalea, decisiva per non finire in zona playout, i neroverdi hanno raggiunto solamente nel finale i nerostellati di mister Gregorace, che erano passati in vantaggio nel primo tempo. 

Un pari vitale per la Palmese, che ancora una volta rischia ma si salva in extremis. La prima frazione di gara ha regalato parecchie emozioni, già dai primi secondi con i padroni di casa vicini al gol. 

Lancio dalle retrovie, buco nella retroguardia pianigiana e palla che arriva a Mollo, il cui pallonetto supera Zampaglione ma termina alto di poco. Dopo alcune buone incursioni da una parte e dall’altra, è la Palmese a sfiorare clamorosamente il vantaggio. 

Bella azione da sinistra di Deza, conclusione da fuori area parata da Garnero, sulla respinta arriva Pasini che da posizione defilata, tuttavia, incredibilmente non centra il bersaglio. 

E la legge non scritta del calcio, ancora una volta, non si smentisce: gol sbagliato-gol subito, con lo Scalea che si porta avanti al minuto 35. 

Punizione tagliente da destra, batti e ribatti in area, il pallone arriva a capitan Chemi che buca l’estremo difensore ospite e sigla l’1-0.

Padroni di casa in vantaggio, ma non è l’ultima emozione del primo tempo. Sul finire dei primi 45 minuti, Tapia della Palmese svetta di testa anticipando tutti e scavalcando Garnero, ma il tuffo insperato di Chemi tiene a galla i suoi.

Nella ripresa sono decisamente meno brillanti le due squadre, con i nerostellati che si difendono e i neroverdi che provano a sfondare.  Dopo il palo esterno colpito di testa da Novo, al tramonto del match la Palmese agguanta il meritato pareggio. Punizione da metà campo di Gandini, sul secondo palo appostato Gomez che approfitta dell’incertezza di Garnero e la ributta in mezzo. 

Grande confusione sulla linea di porta, con i difensori dello Scalea che tentano di rinviare e Pititto della Palmese che prova a spingerla dentro. 

Non si capisce di chi è l’ultimo tocco, quello decisivo, fatto sta che la sfera attraversa comunque la linea di porta, per il gol dell’1-1. Dopo un corposo recupero, l’arbitro Condito di Catanzaro decreta la fine delle ostilità. 

Grande amarezza per lo Scalea, che non riesce a mantenere il vantaggio e rimane inchiodato in zona playout. Palmese, invece, che si salva al fotofinish, ma resta a un solo punto di vantaggio dai nerostellati.

La prossima partita vedrà l’”Ultracentenaria” impegnata contro l’Isola Capo Rizzuto, anch’essa nella zona calda della classifica. Un’altra sfida fondamentale per la Palmese: l’imperativo è vincere, per evitare sorprese non gradite in vista del Natale.

Ultimi Articoli

Estorsioni e intimidazioni per avere il controllo su Gallico: 18 misure cautelari

L'operazione coinvolge 40 persone ed è scaturita dall'omicidio di Francesco Catalano, avvenuto il 14 febbraio del 2019

Associazione mafiosa, omicidio, estorsione: 17 persone arrestate

Reggio, l’operazione “Gallicò” è stats eseguita da carabinieri e polizia

Venuti dal mare: torna lo spettacolo di SpazioTeatro che parla dell’arrivo dei Bronzi al Museo di Reggio Calabria

Un viaggio tra musica e parole in programma per la stagione teatrale “La casa dei racconti”

La vita tra verità e apparenza: a Palmi il pienone per “Così è se vi pare” con Milena Vukotic

Diverte e intriga il pubblico l'opera pirandelliana con la regia di Geppy Gleijeses, fiore all'occhiello della rassegna Synergia 48 promossa dall'associazione Amici della Musica

Militano-gol: la Palmese si salva in extremis contro ReggioRavagnese

Il 10 neroverde va in rete al 93esimo mandando in visibilio il Lopresti

Palmese, così non va: neroverdi sconfitti 4-1 a Bocale

Neroverdi in confusione e poco lucidi durante tutto il match

Lega Volley Serie A3: è Carnevale ma l’OmiFer Palmi non scherza. 3-1 sul Sorrento e momentaneo terzo posto

Il sestetto di mister Porcino, orfano del suo fuoriclasse Stabrawa, vince e convince