Ospedale di Gioia: prosegue la protesta contro la chiusura dei reparti

0
324

imageGIOIA TAURO – Prosegue senza sosta il sit in avviato dagli amministratori gioiesi, così come lo sciopero della fame da parte del presidente del consiglio Domenico Cento e l’assessore Luigi Longobucco, contro la chiusura dei reparti di Cardiologia e Nefrologia dell’ospedale di Gioia Tauro.

Nessuna risposta é ancora arrivata dai rappresentanti politici della Regione Calabria. È a loro che é rivolta la protesta che proseguirà comunque ad oltranza. Se non ci dovessero essere novità entro lunedì, il sit in si sposterà nella sede della Regione direttamente a Catanzaro.

Il luogo della protesta intanto accoglie sindacati, associazioni e cittadini che si uniscono alla battaglia intrapresa. Il presidente Cento invita tutta la cittadinanza della Piana ad unirsi allo sciopero, aggiungendo la propria firma per dire “Si” al diritto alla salute.