HomeCronacaMorte Maria Concetta cacciola, l'avvocato Pisani condannato a 4 anni e 6...

Morte Maria Concetta cacciola, l’avvocato Pisani condannato a 4 anni e 6 mesi

Pubblicato il

Pisani-Vittorio-150x150REGGIO CALABRIA – Termina con quattro condanne il processo (celebrato con rito abbreviato) a carico dei  familiari della testimone di giustizia Maria Concetta Cacciola, morta nell’agosto del 2011 dopo aver ingerito dell’acido muriatico, e l’avvocato del Foro di Palmi, Vittorio Pisani.

Il Gup del Tribunale di Reggio Calabria ha emesso questo pomeriggio la sentenza con cui condanna l’avvocato Vittorio Pisani a 4 anni e 6 mesi, 6 anni e 6 mesi Michele Cacciola, padre di Maria Concetta, 5 anni e 8 mesi il fratello Giuseppe, e 4 anni e 10 mesi la madre Anna Rosalba Lazzaro.

Ultimi Articoli

Palmi, la minoranza: “Necessaria trasparenza sul bilancio della Fondazione Varia”

I consiglieri, durante l'assise di sabato 20 luglio, hanno chiesto ancora una volta spiegazioni al sindaco e, non avendo ricevuto risposte di chiarimento, hanno abbandonato l'aula

Felici & Conflenti, dal 23 luglio la festa di comunità più grande della Calabria dedicata al patrimonio coreutico e musicale

Prime tre giornate tra natura, incontri e formazione. Ospiti di rilievo Mimmo Lucano, Vito Teti, Giuseppe Smorto e Massimiliano Capalbo

I Negramaro chiudono la tappa palmese dell’RDS Summer Festival 2024

Sul palco anche Irama. Piazza I Maggio piena per l'evento musicale

Incendio di Palmi, Arpacal installa un’altra centralina a Taurianova

Il sindaco Biasi ringrazia per la prontezza: «Siamo con i cittadini che chiedono trasparenza per trattare l’allarme senza generare inutili allarmismi»

Controlli della Polizia nella Piana, 11 denunce e sanzioni per 15mila euro

Particolare attenzione è stata prestata ai veicoli in transito nelle zone della movida

Avrebbero usufruito del bonus facciate senza aver realizzato i lavori: due persone ai domiciliari e 1,6 milioni di euro di beni sequestrati

L'operazione della Guardia di Finanza è stata coordinata dalla Procura di Palmi