L’Alaga in visita al porto

0
386

GIOIA TAURO Una visita al porto di Gioia Tauro. É questo il “regalo” che l’Alaga, (associazione laici amici di Giovanna Antida), ha voluto farsi dopo un anno di intenso lavoro.

Ed é così che trenta volontari hanno potuto visitare un’area importante come quella portuale, alla quale si accede solo attraverso concessioni e permessi speciali.

La prima tappa é stata il Dipartimento dei Vigili del fuoco, che hanno accolto l’associazione con grande disponibilità e professionalità.

“I vigili ci hanno illustrato le loro attività e gli strumenti in dotazione. – ha detto la presidente Graziella Carbone, entusiasta per l’iniziativa – Abbiamo avuto modo di salire sulla motovedetta, – ha proseguito – e abbiamo poi condiviso il pranzo preparato dai volontari, in un clima davvero fraterno”.

I vigili hanno poi mostrato il simulatore con il quale possono “allenarsi” per le emergenze a bordo nave, e hanno fatto si che i volontari potessero assistere ad un corso sulla prevenzione domestica. Un’iniziativa che i Vigili del fuoco e il Ministero degli Interni stanno attualmente divulgando attraverso le scuole e le stesse associazioni.

La seconda tappa ha visto come protagonista la sede della Mct, mentre come ultima meta i volontari hanno fatto visita alla “Stella Maris”, luogo di accoglienza per i marittimi, che vedono nel piccolo edificio una sorta di rifugio, un punto di riferimento che offre loro servizi di prima necessità e gli strumenti per poter contattare i propri cari.

“Qui era inevitabile mettere a confronto le due associazioni di volontariato, – ha detto la Carbone – che pur avendo diversi destinatari, hanno entrambe l’obiettivo di aiutare gli altri a superare le difficoltà che incontrano, mirando soprattutto ad un’integrazione con le forze positive presenti sul territorio.

Un ringraziamento é dovuto a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questa giornata, – ha concluso la presidente – iniziando dal Comandante provinciale dei Vigili del fuoco, l’ingegnere Franculli, il signor Megale, presidente dell’associazione provinciale dei pensionati dei Vigili del fuoco, il caposquadra Rogolino, il signor Bevilacqua, vigile e volontario dello Stella Maris, Roberto Nesti della Protezione civile, e Lucia Luci che ci ha aiutato nell’organizzazione.

Un ringraziamento sentito va infine all’Autoritá portuale e al signor Macrì, volontario molto impegnato e in sintonia con i marinai che arrivano al porto di Gioia Tauro da tutto il mondo”.

Eva Saltalamacchia