HomeSportLa Palmese gioca a tennis contro l’Africo: clamoroso 6-0 al “Lopresti”

La Palmese gioca a tennis contro l’Africo: clamoroso 6-0 al “Lopresti”

Pubblicato il

di Antonino Casadonte – Una vittoria schiacciante per la Palmese di mister Crucitti, che annienta con un tennistico 6-0 il malcapitato Africo e continua a inseguire la Vigor Lamezia capolista. Un match senza storia dall’inizio alla fine.

Già al minuto 9 infatti i neroverdi riescono a sbloccarla col solito Sapone, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo, raccoglie la respinta della difesa e dal dischetto del rigore spedisce la palla in fondo al sacco battendo un incolpevole Nirta. Passano solo tre minuti e la Palmese raddoppia.

Il bomber argentino Bargas colpisce il palo con una conclusione in precario equilibrio, ma sulla respinta il più lesto di tutto è Artuso, che sigla così il gol del 2-0. Ma non finisce qui, perché i padroni di casa sono insaziabili e trovano addirittura il tris alla mezz’ora. Stavolta è gioia personale per lo stesso Bargas, che entra in area e con un sinistro potente la mette sotto la traversa. A complicare ulteriormente la giornata degli ospiti ci pensa poi Bruzzaniti, che sul finire della prima frazione di gioco si fa ammonire per un intervento scomposto ai danni di Infusino e poi si fa espellere per le successive proteste, veementi, all’indirizzo dell’arbitro, il signor Elia di Cosenza, che non può che mandare sotto la doccia il giocatore della squadra ionica.

Nel secondo tempo continua la festa per la Palmese, che trova il poker al minuto 55 col neo entrato Militano, che sul cross di Giovinazzi dalla destra deve solo spingere il pallone in rete. Difesa dell’Africo completamente in tilt anche al minuto 62, quando lo stesso Militano trova un bell’assist per l’incornata di Bargas, che firma la doppietta personale. L’ultima emozione della partita arriva al minuto 82 quando Misale, subentrato a Bargas, realizza con un delizioso lob il gol del 6-0.

Giornata da dimenticare per l’Africo, che deve subito cambiare marcia per non rimanere bloccato nella zona calda della classifica. Per l’”Ultracentenaria” invece un’altra grande prestazione, che le consente di rimanere in scia della capolista.

La prossima partita per i neroverdi sarà la trasferta di Capo Vaticano, contro una compagine che staziona stabilmente a metà classifica. L’obiettivo sarà quello di dare seguito alla strabiliante vittoria contro l’Africo e tentare così l’aggancio alla Vigor, che nel frattempo ha stravinto contro il Melito 5-0 e non ha intenzione di fermarsi.

La volata per la vittoria del campionato di Promozione, girone B, entra nel vivo.

Ultimi Articoli

Gioia Tauro, denunciati 5 minori per bullismo

La giovane vittima ha raccontato ai poliziotti i gravi episodi di violenza fisica e verbale subiti quotidianamente

Taurianova: aperto il cantiere per la scuola dell’Infanzia con fondi Pnrr. Biasi: «Cultura, istruzione e innovazione pilastri fondamentali»

L’assessore Crea: «Nuovi servizi per le giovani coppie che scelgono la nostra città»

Palmi, frana un tratto di strada longo la Provinciale Macello. Ranuccio: «Deviato abusivamente il deflusso delle acque piovane»

Nuovo cedimento nella notte scorsa dopo lo smottamento avvenuto tra domenica e lunedì. In corso accertamenti col drone

Operazione “Perseverant”, il Garante della Salute ringrazia il padre che ha denunciato

Esprimo particolare apprezzamento per l’operazione “Perseverant” coordinata dal Procuratore Emanuele Crescenti e dal Sostituto...

Palmese, due legni e un solo punto sul campo del Rende: al “Lorenzon” finisce 1-1

In una partita sfortunata i neroverdi realizzano 1 solo punto che sta davvero stretto

Ancora tre punti per la Omi-fer Palmi

Vittoria per 3 a 1 i palmesi superano in casa gli avversari del Casarano

La sezione reggina dell’Associazione Italiana Arbitri compie 90 anni, Versace: «Una famiglia e una vera e propria scuola di vita»

Il vicesindaco della Città metropolitana, insieme al delegato allo Sport Giovanni Latella, ha preso parte alla cerimonia che celebra il 90esimo anno dalla fondazione dell'Aia Reggio Calabria