HomeSocietàDal matrimonio riparatore al codice rosso: al Piria di Rosarno l'incontro sulla...

Dal matrimonio riparatore al codice rosso: al Piria di Rosarno l’incontro sulla violenza di genere

Pubblicato il

Dal progetto “Civitas” ai banchi di scuola: all’IIS “R.Piria” di Rosarno gli studenti e le studentesse sono stati accompagnati da esperti relatori in una riflessione su “Violenza di genere: dal matrimonio riparatore al codice rosso. Cosa è cambiato?”

Una domanda qualsiasi esige quasi sempre una risposta, una riflessione, uno spunto di discussione, puntuali e precisi. Eppure la domanda posta dai relatori Flavia Modica e Federico Sardegna, entrambi Sostituti Procuratori presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria, rimbalza come un monito per scuotere le coscienze degli studenti del Piria che hanno preso parte al dibattito.

Ad aprire i lavori, la dirigente Mariarosaria Russo che ha chiesto a Vincenzo Chindamo, fratello di Maria, di raccontare l’atroce e drammatica storia della sorella, vittima di femminicidio. La dirigente Russo ha poi ricordato che il progetto “Civitas”, fortemente voluto dal dott. Luciano Gerardis, già Presidente della Corte d’Appello di Reggio Calabria, è sempre stato accolto con entusiasmo dai docenti e alunni del Piria, rappresentati dall’avv. Samanta Spinelli, docente di diritto e referente di Istituto del progetto.

Davanti ad una platea che ha ospitato le alte cariche delle Forze dell’ordine, rappresentate dal tenente colonnello Danilo Persano per la Guardia di Finanza, dal Tenente Nanni dell’Arma dei Carabinieri e dal Vicedirigente della Questura, la dirigente ha ricordato agli studenti che solo se si è «Liberi di scegliere», parafrasando il libro del giudice Di Bella, si può essere «liberi di pensare e di agire».

I relatori Modica e Sardegna hanno introdotto, attraverso una vera e propria “lectio magistralis”, i temi della non violenza posti sotto la lente della legislazione. Partendo da un excursus storico sulla violenza di genere il cui ordinamento risale al Codice civile Pisanelli del 1865, si sono soffermati sugli articoli 131 e 134, evidenziando quale sia stato il ruolo predominante della figura maschile, la cui evoluzione legislativa trova successivo riscontro nel Codice penale del 1930 artt. 559-560, secondo la cui ottica maschilista la moglie adultera era punibile del reato posto sotto l’etichetta di “Delitto d’onore” e di “Matrimonio riparatore” (art. 544).

Un utile percorso per entrare nel vivo della discussione e far riflettere i ragazzi su cosa realmente sia la violenza di genere, che ha interrotto la vita di donne come Maria Chindamo, Lea Garofalo e Maria Concetta Cacciola, colpevoli di aver scardinato le logiche maschiliste e patriarcali di potere uomo-donna imperanti negli ambienti mafiosi. Grazie al coraggio di donne come Franca Viola, che si oppose al matrimonio riparatore nel 1966 dopo essere stata stuprata dal fidanzato, si ha l’avvio di nuove riforme volte ad arginare i soprusi e gli atti di violenza sulla donna. Così, si arriva alla riforma del diritto di famiglia nel 1975 che finalmente dichiara illegittimo quanto sancito nel C.p. del 1930.

Sono certamente lontani i tempi in cui, nel 1957, la donna non poteva accedere alla carriera in magistratura per via della sua natura incostante e lunatica, asfaltando sempre più la via verso le pari opportunità e la tutela delle donne.

Aiutare le donne ad acquisire sicurezza: è questo il messaggio che emerge, rafforzato dalle parole della dirigente Russo che ha invitato le studentesse a «non farsi irretire da false promesse d’amore ma a danzare libere a piedi nudi sotto la pioggia». La prof. Spinelli, in conclusione, ha invitato tutti i presenti a trarre spunti di riflessione da quanto è emerso dalla prolusione su un tema così lontano storicamente e così vicino socialmente.

Ultimi Articoli

Incendio Poly2Oil Palmi, presentata un’interpellanza parlamentare

Firmatario del documento è il deputato Domenico Furgiuele della Lega, che ha depositato l'atto il 19 luglio

A Laureana di Borrello prende il via la decima edizione di Calabria Evolutions

Il primo dei due consueti concerti è previsto per mercoledì 24 luglio in piazza Papa Giovanni Paolo II

Aeroporto di Reggio, elicottero dei Vigili del Fuoco si ribalta e va in fiamme. Salvi i piloti

L'incidente è avvenuto questo pomeriggio. Attualmente l'Areoporto è chiuso per la messa in sicurezza dell'area

Reggio, Falcomatà: «Una settimana straordinaria grazie a Sky Sport»

Migliaia le presenze sul Lungomare, soprattutto di giovani. La soddisfazione del vertice della Città Metropolitana: «Calciomercato l’originale ha messo in vetrina le tante eccellenza della nostra terra»

Reggio, Falcomatà: «Una settimana straordinaria grazie a Sky Sport»

Migliaia le presenze sul Lungomare, soprattutto di giovani. La soddisfazione del vertice della Città Metropolitana: «Calciomercato l’originale ha messo in vetrina le tante eccellenza della nostra terra»

Taurianova, concorso nazionale Gemelli Careri: giovedì la premiazione delle scuole

A 300 anni dalla morte dell’illustre viaggiatore, Taurianova lo ricorderà anche con altre iniziative in programma nell’anno di Capitale del Libro

Dalla Calabria alla Francia per una grande “festa italiana”

Una grande “festa italiana” ha ospitato gli stand di vere e proprie eccellenze del settore enogastronomico italiano, con la Calabria tra i protagonisti