Covid, iniziato il lockdown a Messignadi di Oppido

Barillaro: «Chiedo ai miei cittadini responsabilità e collaborazione»

0
311

A mezzanotte è entrata in vigore l’ordinanza firmata dal presidente della Regione Calabria Jole Santelli: la frazione di Messignadi, a Oppido Mamertina, è ufficialmente zona rossa fino a nuove disposizioni. Un provvedimento che si è reso necessario dopo che 13 persone, tra cui un bambino di 2 anni, sono risultate positive al Coronavirus, dopo contatti con una donna che aveva contratto il virus nei giorni scorsi. Sono tutti membri di una stessa famiglia.

L’ordinanza prevede che i residenti nella frazione di Messignadi non possano spostarsi dalle abitazioni, al fine di limitare al massimo la diffusione del virus e rendere possibili i controlli di routine. 

Il transito in ingresso e in uscita dal territorio è consentito solo agli operatori sanitari e socio-sanitari, al personale impegnato nei controlli e nell’assistenza e nelle attività riguardanti l’emergenza, alle forze dell’Ordine, Forze di Polizia, Forze Armate e Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco impiegati per le esigenze connesse al contenimento della diffusione del COVID-19 o in altri servizi d’istituto, dei servizi pubblici essenziali, per gli spostamenti connessi alle relative attività.

Chiuse anche le attività commerciali presenti, ad accezione di quelle che vendono beni di prima necessità.

Un piccolo lockdown, insomma, che consentirà di accertare la presenza eventuale di altri soggetti contagiati; nei prossimi giorni, infatti, si procederà al controllo dei residenti anche in paese, a Oppido, perché molte delle persone positive hanno avuto contatti con cittadini di Oppido. In base all’esito dei tamponi si deciderà se estendere anche all’intero paese la zona rossa.

Intanto il sindaco Bruno Barillaro ha chiesto massima collaborazione ai suoi cittadini: «Chiedo a tutti i residenti nella frazione Messignadi, per il loro bene e dell’intera comunità, di rispettare questa disposizione regionale. Ricordo a tutti i cittadini di mantenere il distanziamento sociale, di indossare la mascherina e di lavare e sanificare spesso le mani. Vi invito a non farvi prendere dal panico, a rispettate scrupolosamente le suddette indicazioni e a prendere in seria considerazione le semplici pratiche personali di prevenzione, anche quelle che finora non sono state adeguatamente applicate. L’Amministrazione Comunale è costantemente informata sull’evoluzione della situazione e ha messo, e metterà in campo, tutte le azioni informative e operative necessarie per la gestione di questa complessa fase in sinergia con le istituzioni preposte. Vi ringrazio per la condivisione e per la collaborazione».