Capolinea: Il Gup condanna sette persone

0
490

GIOIA TAURO – Il Gup di Reggio Calabria, Kate Tassone, ha condannato sei persone ed assolta una, nell’ambito del procedimento “Capolinea”, celebrato con il rito abbreviato.

Otto anni di reclusione a Filippo Gallo, nove a Santo Bagalà, sette anni e quattro mesi a Concetta Modafferi, otto anni ad Antonio Reitano e Marcello Fondacaro. Assolta Soccorsa Gallo, per la quale è stata ordinata la scarcerazione immediata.

Il processo è nato da un’operazione antidroga coordinata dalla Procura della Repubblica di Palmi; l’accusa, per i  i soggetti coinvolti nell’indagine, è di aver messo in piedi un  traffico di sostanze stupefacenti, cocaina e marijuana in particolare, che partiva da Gioia Tauro alla volta dell’Emilia Romagna (Modena) e della Sicilia (Palermo e Catania).

Nel corso dell’udienza del 17 ottobre il Pubblico ministero Giuseppe Bontempo aveva richiesto la condanna peri tutti gli imputati; al termine della requisitoria, gli avvocati Andrea e Domenico Alvaro, difensori di diversi imputati, sono riusciti a ridurre le condanne richieste dal Pubblico ministero.