Bellofiore: “Aprire un tavolo sulla sicurezza”

0
635
Il sindaco di Gioia Tauro

Il sindaco di Gioia TauroRiceviamo e pubblichiamo:

GIOIA TAURO – I gravi eventi delittuosi degli ultimi giorni – rapine, incendi di autovetture, attentati con colpi d’arma da fuoco contro esercizi commerciali – e che rappresentano lo specchio di una situazione di disagio e di enorme difficoltà per tutta la

Città di Gioia Tauro, mi impongono – nella mia veste di Sindaco  ma anche di convinto sostenitore della legalità – una presa di posizione ferma e inflessibile sulla necessità di un ancor maggiore potenziamento dell’attività di controllo del territorio gioiese.

Questa Amministrazione Comunale, sin dal suo insediamento, ha tenuto sempre alta l’attenzione sul pericolo crescente che la criminalità organizzata – in tutte le sue forme, compresa anche la devianza minorile – costituisce per i nostri cittadini , ed in particolar modo per gli esercenti attività commerciali.

Ciò naturalmente riconoscendo il giusto e doveroso apprezzamento alle attività investigative ed alle azioni sul campo poste in essere dalla magistratura e dalle Forze dell’Ordine presenti su territorio alle quali va il plauso dell’amministrazione per le molteplici e fruttuose operazioni svolte: uomini e donne che quotidianamente hanno contribuito ad assicurare alla giustizia numerosi autori di atti delinquenziali  e che  in forte sinergia tra di loro  hanno trasmesso a  tutto il territorio un segnale significativo di sicurezza e fiducia nelle istituzioni.

Ciononostante non possiamo non prendere atto della circostanza che ci troviamo di fronte ad un fenomeno di dimensioni preoccupanti.

Nel mio ruolo di Sindaco non posso non riconoscere l’importanza del rispetto delle regole, unica vera garanzia della democrazia e della tutela dei cittadini  .

E da tali regole non è possibile prescindere  nella quotidiana convivenza civile.

Per questi motivi, l’impegno – certamente non aleatorio – che assumo congiuntamente a tutta la mia Amministrazione è quello di chiedere un potenziamento delle risorse umane e dei mezzi a disposizione delle Forze dell’Ordine, indispensabili per contenere, arginare e limitare quanto più possibile l’escalation criminale che ogni giorno ci regala articoli di cronaca sui quotidiani.

Sicuramente la prevenzione può e deve essere la nostra arma vincente: il controllo del territorio, il monitoraggio degli esercizi commerciali e la sorveglianza programmata ( soprattutto nelle ore notturne) delle aree cittadine più a rischio, sono tutte attività che se garantire non possono che rappresentare un investimento sulla sicurezza del territorio.

La mia Amministrazione ha cercato di dare un primo contributo sostanziale: abbiamo infatti  richiesto dei finanziamenti per € 350.000,00 destinati al potenziamento della videosorveglianza in aree a rischio della Città.

Ma è necessaria una forte assunzione di responsabilità da parte di tutte le parti sane della società: Chiesa, mondo scolastico, associazionismo.

In quest’ottica collaborativa e proficua auspichiamo – e ci impegniamo in tal senso- affinché ci sia una maggiore, rispetto all’attuale, presenza costante e autorevole da parte delle Forze dell’ordine per strada e che la stessa sia supportata da un implementazione delle risorse economiche ed umane da destinare alle forze armate presenti nella nostra città: abbiamo bisogno di  un simbolo di presenza dello Stato in mezzo ai cittadini e di concreto sostegno all’Amministrazione Comunale per tutte le attività di gestione democratica del territorio.