Armi e munizioni, un arresto a Sant’Eufemia

Finisce in manette Domenico Antonio Caruso di 57 anni

Con l’accusa di detenzione illegale di armi e munizioni, i carabinieri delle stazioni di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Sinopoli hanno arrestato il 57enne Domenico Antonio Caruso, di Sant’Eufemia.

I militari erano impegnati nella ricerca di armi e munizioni detenute illecitamente, spesso utilizzate per commettere delitti quali atti intimidatori, estorsioni e omicidi.

Dopo aver perquisito l’abitazione dell’uomo, i carabinieri hanno esteso il controllo al garage dove hanno trovato una pistola calibro 9, una calibro 7,65, entrambe con matricola punzonata, ed un’ulteriore pistola a tamburo calibro 357. Inoltre sono state sequestrate più di 100 munizioni per pistola, anch’esse illegittimamente detenute.

Le armi e le munizioni ritrovate erano ben nascoste.

Domenico Caruso è stato così arrestato con l’accusa di detenzione illegale di armi e munizioni e, dopo le formalità di rito , è stato portato in carcere aReggio Calabria.