HomeLavoroAccorpamento Autorità portuale: per la Cgil è una "opportunità"

Accorpamento Autorità portuale: per la Cgil è una “opportunità”

Pubblicato il

Riceviamo e pubblichiamo:

Lo avevamo detto sette mesi fa e lo ripetiamo adesso: l’accorpamento dell’Autorità portuale di Messina con quella di Gioia Tauro non è una penalizzazione ma può rappresentare una vera e propria opportunità.

Infatti, oltre alla diversa vocazione dei porti che non contrasta con il ruolo e la funzione di Gioia che invece sta subendo una flessione di attività per altri e noti motivi, l’unica Autorità portuale può determinare una nuova politica dei trasporti nell’area dello Stretto facendola diventare centrale non solo nel Mezzogiorno ma anche nel Mediterraneo.

Fino ad adesso, con l’eccezione dello sforzo comune dei sindaci di Reggio e Messina, le due amministrazioni provinciali di Reggio e Messina hanno ciclicamente fatto solo protocolli di intesa declamando le opportunità da cogliere in un processo di integrazione dell’area. Oggi con l’Autorità portuale dello Stretto si sancisce un primo atto concreto per la realizzazione dell’Area dello Stretto.

In Calabria ci sono punti di vista e opinioni diverse circa la convenienza dell’unica Autorità portuale, che noi ovviamente rispettiamo. Si può essere d’accordo o meno, ma chi lavora all’integrazione dell’Area dello Stretto difficilmente troverà giustificazioni per contestare uno strumento che integra, unisce e valorizza il territorio.

Allo stesso modo di come, giustamente, si insiste nel rafforzare la quantità e la velocità nel raggiungere l’aeroporto reggino da parte dell’utenza messinese, come uno degli elementi per dare un futuro al Tito Minniti. Nel corso di questi anni, sempre più spesso abbiamo sottolineato l’idea di Gioia Tauro come di un’isola, marginalizzata addirittura nel contesto dello stesso Mezzogiorno, una infrastruttura privata del suo territorio.

La città metropolitana deve necessariamente valorizzare un patrimonio inestimabile, allo stesso modo di come lo deve fare tutto il territorio dell’Area dello Stretto. Nessuna rinchiusura, dunque, né particolarismi o discussioni campaniliste, al contrario, invece, è necessario avviare un confronto anche con il Governo nazionale sul porto di Gioia per politiche che rafforzino il trashpment, che guardino a Gioia in modo particolare per la logistica e che favoriscano la nascita di nuove imprese nell’area industriale.

Con questo spirito e per queste ragioni proponiamo che la sede dell’Autorità portuale rimanga a Gioia Tauro.

Segreteria CGIL Calabria
Segreteria CGIL Piana Gioia Tauro

Ultimi Articoli

Nominato il comitato scientifico per la Varia di Palmi, Mattiani (Lega): «La Varia è prima di tutto un patrimonio regionale, doveroso tutelarla»

Predisposta una sezione sul sito del Consiglio Regionale e della Regione Calabria dedicata alla Varia

Con Baglioni e Caccamo la parola prende forma al Festival nazionale del Diritto e della Letteratura

Lezioni di diritto rigorosamente dispensate ai non addetti ai lavori mettendo al centro letteratura...

A San Ferdinando nasce il museo diffuso MAD: un legame vivo con la memoria e la cultura della città

L'obiettivo è valorizzare e promuovere il patrimonio storico, artistico e culturale della città.

Anche la Metrocity al Festival nazionale di diritto e letteratura di Palmi con Baglioni, Caccamo e Salvati

Il sindaco Falcomatà: «L'arte abbatte le barriere e riscatta la storia del nostro territorio»

Agostinelli a Roma promuove il porto di Gioia Tauro: «È l’alfiere della portualità italiana»

l presidente dell’Autorità di sistema portuale dei mari Tirreno meridionale e Ionio ha partecipato al convegno intitolato “Mediterraneo e nuove sfide – Storia, cultura e sviluppo”

Autorizzato l’adeguamento tecnico funzionale al Piano regolatore al Porto di Gioia

Offrirà una maggiore e uniforme profondità dei fondali lungo l’intero canale

Let Expo, Agostinelli: «Le risposte alle crisi sono gli investimenti che sostengono lo scalo di Gioia Tauro»

Il presidente dell'Autorità di Sistema portuale ha preso parte all’evento fieristico dedicato alla mobilità ecosostenibile, in corso a Verona