HomePoliticaUn referendum cittadino per "approvare" il Psc: ecco la proposta dell'opposizione a...

Un referendum cittadino per “approvare” il Psc: ecco la proposta dell’opposizione a Palmi

Pubblicato il

I consiglieri di opposizione del centro sinistraPALMI – La minoranza di centrosinistra torna a puntare l’attenzione sul Psc, licenziato dal Consiglio comunale lo scorso 31 luglio. In quell’occasione i consiglieri di minoranza erano assenti – era presente solo Francesco Surace che però poco prima del voto ha abbandonato l’aula – ed oggi, a distanza di un mese e mezzo, avanzano una proposta che definiscono “innovativa”: un referendum popolare sul Psc.

“Tante e spesso anche troppe parole, da ogni parte,  sono state spese in tema di PSC – scrivono in una nota stampai consiglieri Salvatore Boemi, Giuseppe Ranuccio e Pasquale Frisina -Con una procedura poco trasparente che ha  sostanzialmente impedito la partecipazione dell’intera cittadinanza, la maggioranza consiliare è comunque giunta all’approvazione del piano”.

La richiesta di referendum sarà avanzata all’amministrazione comunale, e se dovesse essere accolta sarà una novità di non poco conto per Palmi.

“Senza entrare nel merito degli aspetti squisitamente tecnici e ribadendo la nostra contrarietà al metodo e all’iter già seguiti da questa amministrazione – si legge ancora nella nota stampa – intendiamo oggi lanciare una proposta che potrebbe definirsi innovativa. E’ nostra intenzione infatti promuovere un referendum proprio sul P.S.C.”.

“Considerata l’importanza di tale strumento urbanistico, e le ricadute che questo potrebbe e dovrebbe avere sull’intero territorio cittadino, riteniamo che nessun giudice sia più adeguato  dei cittadini palmesi, nel valutare il piano elaborato  da chi li governa. Il referendum infatti, è probabilmente lo strumento di democrazia diretta  più importante ed incisivo, in quanto permette a tutti i cittadini di autodeterminarsi ed incidere concretamente e direttamente sul loro futuro. Per tale via, ogni singolo palmese, informato, potrà se lo vorrà, pronunciarsi  su questioni che lo riguardano da vicino, e determinare se una  scelta amministrativa fa o meno l’interesse di tutta la comunità. Preannunciando che presto, nelle sedi preposte, saranno formulate tutta una serie di proposte migliorative e di rilievi critici al piano già adottato, invitiamo tutti i cittadini e le forze politiche che condividono l’iniziativa ad attivarsi con noi per la realizzazione della consultazione”.

L’invito alla partecipazione è rivolto anche all’attuale maggioranza, “considerato infatti che la stessa  si dice convinta di aver agito per il bene comune e non per interessi particolari,il referendum popolare sarebbe un modo per verificare questo apprezzamento, ad oggi solo presunto”.

Carla Minasi

Ultimi Articoli

L’OmiFer Palmi regola anche Roma al PalaSurace che si candida a fortino inespugnabile

La partita si è conclusa 24-21 per la squadra di coach Radici

Rende, Ikea annuncia l’apertura del primo “Plan&Order Point”

Il punto vendita aprirà nei prossimi mesi nel Centro Commerciale Metropolis

La Palmese gioca a tennis contro l’Africo: clamoroso 6-0 al “Lopresti”

Una vittoria schiacciante per la Palmese di mister Crucitti

Nascondeva droga nel cambio dell’auto: un arresto nel Vibonese

Rinvenute anche armi e munizioni nell'abitazione dell'indagato

Furti a Gioia Tauro, Bellofiore (Lega): «Adottare misure per garantire la sicurezza»

La nota del referente Lega sui recenti furti di auto e nelle abitazioni verificati a Gioia Tauro

Polistena, i Democratici hanno messo radici

«È un momento importante per Polistena e un momento di condivisione per un partito...