Rosarno: I Gospel Project chiudono “A nord di Tangeri”

0
460

ROSARNO – Il coro multietnico “Gospel Project”di Palermo si esibirà, venerdì 6 gennaio alle ore 19, all’interno della Chiesa Matrice di piazza Duomo a Rosarno per l’ultimo appuntamento del Festival della cultura mediterranea “A nord di Tangeri”.

L’evento, che rientra nel progetto “Rosarno for Africa” avviato dall’associazione socio-culturale “Nuovamente”, volto alla raccolta di fondi per la realizzazione di un pozzo d’acqua potabile in Africa, renderà fruibile, per la popolazione pianigiana, un ricco repertorio di canti della tradizione spirituals.

Il Festival, organizzato dai comuni di Gioia Tauro e Rosarno (con il contributo della Regione Calabria), parte dal presupposto che «se alla contrapposizione nord/sud si sostituisce una circolarità dell’area mediterranea, nella quale consentire lo scambio di saperi e culture comuni, è possibile immaginare e realizzare un nuovo modo di approcciarsi allo sviluppo, tenendo conto della vocazione naturale di un territorio o di un’area geografica e culturale».

Il coro “Gospel Project” nasce a Palermo nel dicembre del 1994. E’ un coro interconfessionale e ha avuto al suo interno coristi di varie confessioni religiose: cristiana luterana, evangelica, valdese provenienti dalla Costa d’Avorio, Capo Verde, Isole Mauritius, Stati Uniti, Francia, Germania, Danimarca e Austria. E’ formato da 45 elementi di cui 22 sono solisti ed esegue brani del repertorio Gospel e Spiritual tradizionali e moderni. Attraverso il canto vuole testimoniare e diffondere la buona novella cioè il vangelo (Gospel) con uno spirito particolare: quello mediterraneo. Il Coro ha collaborato con Antonello Venditti, Joe Castellano Blues Band e Harriet Lewis, i Pooh e Lina Sastri e nel 2006 ha ricevuto il premio internazionale “Oscar del Mediterraneo” per la musica Gospel

Francesco Comandè