HomeSocietàPorto di Gioia Tauro, il presidente Agostinelli incontra gli studenti del "Severi"

Porto di Gioia Tauro, il presidente Agostinelli incontra gli studenti del “Severi”

Pubblicato il

Nel corso dell’incontro “Il modello Gioia Tauro: portualità e professioni marittime”, che si è tenuto oggi all’Istituto d’Istruzione Superiore “F. Severi”  di Gioia Tauro, il presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli, è intervenuto per tracciare il percorso che l’Ente ha intrapreso in questi anni, anche, per evidenziare l’importanza della formazione scolastica ed accademica, attraverso incontri negli istituti scolastici e nelle università calabresi, con l’obiettivo di avvicinare le future generazione allo scalo portuale e così a quelle che saranno le nuove figure professionali, legate al settore portuale, intermodale e logistico, di cui lo scalo avrà bisogno per continua a crescere.

 «Abbiamo posto il porto di Gioia Tauro al centro del dibattito sociale del territorio, attraverso incontri mirati con gli studenti – ha detto Agostinelli – perché il porto del futuro deve necessariamente guardare alla creazione e all’impiego di nuove figure tecnico-professionali, che sappiano rispondere alle esigenze del mercato in continua crescita e cambiamento. In questo percorso – ha aggiunto il presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio – è necessario attivare e mantenere tavoli aperti di confronto tra l’Autorità di Sistema portuale, la Regione Calabria, i Terminalisti e le imprese portuali, affinché si possano conoscere le richieste che giungono dal settore privato».

L’obiettivo è quello di offrire, da un lato, risposte al settore privato portuale che investe sul territorio e, dall’altro, permettere ai giovani calabresi di poter immaginare il loro futuro occupazionale nella propria regione. In questo contesto si inseriscono, infatti, i protocolli che l’Autorità di Sistema portuale ha già sottoscritto con l’Università della Magna Graecia di Catanzaro e l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, al fine di stimolare e favorire la creazione di nuove figure professionale, promuovendo anche attività di ricerca in tutte le discipline ricadenti nella propria area di competenza, con particolare attenzione in materia di sostenibilità energetica. 

Ultimi Articoli

Il comune di S.Ferdinando entra in Fondazione Mask per favorire l’occupazione giovanile

Gaetano: «Vogliamo offrire grandi opportunità alle generazioni più piccole che faticano a entrare nel mondo del lavoro»

Per “Teatro chiama terra”, di scena a Polistena Le gratitudini di Delphine de Vigan

L'opera, adattamento dell'omonimo romanzo, rientra tra gli eventi promossi dal centro di sperimentazione Dracma

Erasmus+ conferma la dimensione europea del “Pizi” di Palmi

L'Istituto già al lavoro per i prossimi progetti di mobilità internazionale che coinvolgeranno studenti e docenti fino al 2027

L’8 marzo a Palmi tra iniziative itineranti e dialoghi d’arte al femminile

Diversi gli appuntamenti promossi dall'assessorato alle politiche sociali

Erasmus+ conferma la dimensione europea del “Pizi” di Palmi

L'Istituto già al lavoro per i prossimi progetti di mobilità internazionale che coinvolgeranno studenti e docenti fino al 2027

L’8 marzo a Palmi tra iniziative itineranti e dialoghi d’arte al femminile

Diversi gli appuntamenti promossi dall'assessorato alle politiche sociali

Non solo Capitale del Libro: a Taurianova si lavora all’Infiorata 2024

Dal 20 al 23 giugno si svolgerà la sesta edizione della manifestazione che negli anni richiama sempre più visitatori. Il tema dell'anno è il fumetto