Palmi: emessi provvedimenti disciplinari nei confronti dei 24 assenteisti denunciati.

0
640
Palazzo San Nicola a Palmi

PALMI – Condannati i 24 “furbetti” di palazzo San Nicola, i dirigenti e dipendenti denunciati a piede libero nel mese di novembre del 2011 dal comandante della polizia locale Francesco Managò, con l’accusa di truffa aggravata ai danni dell’ente, attestazione falsa della presenza sul luogo di lavoro e, per due di loro, peculato per utilizzo improprio dell’auto di servizio.

Le sanzioni disciplinari amministrative sono state notificate lo scorso 7 gennaio agli assenteisti dalla commissione interna costituitasi subito dopo la denuncia, presieduta dal segretario generale del Comune, Caterina Paola Romanò, e composta da vice segretario Franco Filippone e dal legale del Comune, Maria Concetta D’Agostino.

Si tratta di sanzioni che vanno da un minimo della censura ad un massimo di cinque giorni di sospensione dal lavoro, come previsto dall’articolo 3 della legge dell’11 aprile 2008 del contratto collettivo nazionale del lavoro, ai commi 4 e 5.

Le sanzioni notificate, non chiudono però la fase di indagine portata avanti dalla polizia locale, e coordinata dalla Procura della Repubblica di Palmi.

Le denunce, lo ricordiamo, sono scattate al termine di una lunga fase di indagine condotta dagli agenti di polizia, su disposizione del comandante Francesco Managò; quotidianamente venivano inviate pattuglie a presidiare le zone centrali di Palmi, dove i alcuni dipendenti comunali amavano intrattenersi durante le ore di lavoro.

Pause caffè, chiacchierate con amici, tutto in orario di servizio, e soprattutto, senza annotare l’uscita dall’ufficio, pertanto sul registro,  risultavano a lavoro.

V.M.