HomeSocietàOssama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un...

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Pubblicato il

Di Christian Carbone – «Io sono Ossama Benkhalqui, vengo da Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria. Sono nato in Italia ma ho origini marocchine: mia madre è italiana e mio padre marocchino. Sono uno straniero di seconda generazione e ho sempre vissuto qui, integrandomi molto bene nella comunità».

Si presenta così Ossama, il 19enne italo-marocchino di Gioia Tauro che ama il calcio e la musica rap e che, dopo aver giocato in Serie D con la Gioiese, ha provato la via della musica partecipando alle selezioni di X-Factor lo scorso 27 aprile a Napoli.

Lo abbiamo incontrato per conoscerlo meglio.

Come hai iniziato a scrivere canzoni e cosa rappresenta per te la musica?

«Ho iniziato a scrivere canzoni per liberare ciò che sentivo dentro. Era l’unico modo per esprimermi e parlare delle mie giornate. Per me la musica significa dare forma alle mie idee ed emozioni attraverso i suoni. È un modo per esprimermi, sperimentare con diverse sonorità e creare qualcosa di unico»

Hai mai subito episodi di bullismo o discriminazione durante la tua crescita?

«Fortunatamente, da piccolo non ho mai subito atti di bullismo, e questo mi ha permesso di integrarmi davvero bene. Penso che la Calabria, come gran parte dell’Italia, sia ormai piena di comunità provenienti da diverse nazioni e riesca ad accogliere con calore qualunque persona. Mi considero un ottimo esempio di perfetta integrazione».

Spesso si sente parlare di stereotipi negativi riguardo all’integrazione. Qual è la tua opinione in merito?

«A volte ciò che si dice in giro non è vero, e sono proprio quegli stereotipi a gettare un’ombra sul nostro meraviglioso paese. L’Italia è piena di bellezze da scoprire in ogni angolo e credo che, in generale, la nostra società sia molto accogliente».

La musica è diventata una parte importante della tua vita. Come è iniziato tutto?

«Ho iniziato a fare musica per divertirmi e far divertire chi mi ascolta. Poi, un giorno, ho ricevuto una telefonata da un programma televisivo importante, X Factor, che mi ha dato una grande vetrina per mostrare le mie qualità e il mio pensiero. Da lì ho capito che la musica era parte di me e che non ne potevo fare a meno».

Cosa ti aspetti dalla tua comunità e dalla tua gente?

«Mi aspetto supporto, perché la nostra è una terra magnifica dove il bello andrebbe sponsorizzato per eliminare il brutto che spesso è solo chiacchiericcio e non corrisponde alla realtà. Vorrei che tutti noi promuovessimo le bellezze della nostra terra, valorizzando ciò che di positivo c’è e dimostrando che siamo una comunità accogliente e ricca di cultura».

Qual è il messaggio che vorresti dare alla tua generazione?

«Il mio messaggio è Non sottovalutate mai il potere dei vostri sogni e delle vostre passioni. Ogni grande successo inizia con una piccola idea e la determinazione di trasformarla in realtà. Credete nel vostro valore, anche quando gli ostacoli sembrano insormontabili. Siate coraggiosi nell’essere autentici, perché la vostra unicità è la vostra forza. Ricordate che il successo non è un traguardo, ma un viaggio di crescita personale. Collaborate, sostenetevi a vicenda e create una comunità basata sul rispetto e l’incoraggiamento reciproco. Il futuro è nelle vostre mani, e con fiducia e perseveranza, potete realizzare grandi cose».

Quali sono i tuoi sogni per il futuro?

«Senza dimenticare le mie origini, il mio più grande desiderio è quello di andare a Milano, la capitale della musica, per coltivare e realizzare il mio sogno musicale».

Quale sarà il tuo prossimo pezzo e di cosa parlerà?

«Il mio prossimo pezzo si intitolerà “RSQ3”. Parla della differenza tra persone false e vere, mettendo in evidenza come la sincerità e l’autenticità siano valori fondamentali in un mondo spesso dominato dalle apparenze. È un brano in cui ho cercato di esprimere le mie esperienze e riflessioni personali, sperando che possa risuonare con chi lo ascolta».

Ultimi Articoli

A Palmi il ricordo di Satnam Singh

La triste storia del bracciante morto a Latina per colpa del comportamento disumano del datore di lavoro ha suscitato indignazione e rabbia

«Signora, sua figlia ha causato un incidente, paghi 3mila euro». Anziana derubata a Rizziconi da un finto carabiniere

Deferita anche una donna campana; la vittima incastrata anche da un falso avvocato

Pallacanestro Palmi vince il Torneo Primavera Under 15M Fip

Un finale di stagione ricco di soddisfazioni per la Pallacanestro Palmi ASD, che dopo tanti anni torna alla vittoria in un torneo giovanile Fip.

Antonio Orso nella storia di Gioia Tauro

Il ricordo di Amalia Frascà, socia Adic

A Palmi il ricordo di Satnam Singh

La triste storia del bracciante morto a Latina per colpa del comportamento disumano del datore di lavoro ha suscitato indignazione e rabbia

Antonio Orso nella storia di Gioia Tauro

Il ricordo di Amalia Frascà, socia Adic

Cinquefrondi, nuovo finanziamento per gli asili nido

576mila euro per la creazione di 24 posti nell’ambito del piano per gli asili...