HomeCronaca'Ndrangheta, chiuse le indagini sulla prima "locale" romana: 67 a rischio processo

‘Ndrangheta, chiuse le indagini sulla prima “locale” romana: 67 a rischio processo

Pubblicato il

I pm della Dda di Roma hanno chiuso l’indagine relativa alla prima ‘locale’ di ‘ndrangheta che era attiva da anni nella Capitale. L’atto è stato notificato a 67 persone che ora rischiano di finire sotto processo anche per l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso.

Secondo l’impianto accusatorio del pm Giovanni Musarò, a capo dell’organizzazione c’erano Antonio Carzo e Vincenzo Alvaro, entrambi appartenenti a storiche famiglie di ‘ndrangheta originarie di Cosoleto, centro in provincia di Reggio Calabria. La ‘locale’ operava a Roma dopo avere ottenuto il “via libera” dalla casa madre in Calabria.

Tra i reati contestati anche cessione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione aggravata e detenzione illegale di arma da fuoco. Le indagini hanno evidenziato come fino al settembre del 2015 non esistesse una “locale” nella Capitale, anche se sul territorio cittadino operavano numerosi soggetti appartenenti a famiglie e dediti ad attività illecite.

Nell’estate del 2015, Carzo avrebbe ricevuto, secondo quanto accertato dagli inquirenti, dall’organo collegiale posto al vertice dell’organizzazione unitaria (la Provincia e Crimine), l’autorizzazione per costituire una struttura locale che operava nel cuore di Roma secondo le tradizioni di ‘ndrangheta: riti, linguaggi, tipologia di reati tipici della terra d’origine. Il gruppo agiva su tutto il territorio di Roma con una gestione degli investimenti nel settore della ristorazione (locali, bar, ristoranti e supermercati) e nell’attività di riciclaggio di ingenti somme di denaro.

Ultimi Articoli

Reggio, viaggiava con merce contraffatta: fermato un uomo all’aeroporto dello Stretto

I prodotti avevano il logo di brand di lusso ma a un controllo dei funzionari dell'agenzia delle dogane non sono risultati in linea con gli standard di qualità delle produzioni originali

La sezione reggina dell’Associazione Italiana Arbitri compie 90 anni, Versace: «Una famiglia e una vera e propria scuola di vita»

Il vicesindaco della Città metropolitana, insieme al delegato allo Sport Giovanni Latella, ha preso parte alla cerimonia che celebra il 90esimo anno dalla fondazione dell'Aia Reggio Calabria

Rosarno, oggi la consegna dei lavori di riqualificazione del Parco Medma

Il vicesindaco della Città metropolitana Carmelo Versace: «Sinergia virtuosa per rilanciare un territorio bello sul quale c'è ancora tanto da scoprire»

Ospedale della Piana, si lavora alla rimozione degli ultimi due elettrodotti

Il consigliere regionale Giuseppe Mattiani ha fatto visita al cantiere. «Lavoriamo per restituire ai calabresi una sanità di qualità»

Reggio, viaggiava con merce contraffatta: fermato un uomo all’aeroporto dello Stretto

I prodotti avevano il logo di brand di lusso ma a un controllo dei funzionari dell'agenzia delle dogane non sono risultati in linea con gli standard di qualità delle produzioni originali

Estorsioni e intimidazioni per avere il controllo su Gallico: 18 misure cautelari

L'operazione coinvolge 40 persone ed è scaturita dall'omicidio di Francesco Catalano, avvenuto il 14 febbraio del 2019

Il ponte sullo Stretto finisce nel mirino della Procura di Roma

Aperto un fascicolo d’indagine dopo l’esposto presentato da Pd, Sinistra Italiana e Avs