HomeCultura"La forza dell'invisibile" soffia su Rosarno

“La forza dell’invisibile” soffia su Rosarno

Pubblicato il

ROSARNO (13 agosto 2011) – Grande successo, ieri sera a Rosarno, per la compagnia “Oplas – La Terra Nuova”, che, inserita nel circuito del “Magna Graecia Teatro Festival 2011”, è andata in scena nell’area archeologica dell’antica “Medma”.

“La Forza dell’Invisibile”, questo il nome dello spettacolo presentato, ha visto come protagonisti: Luca Bruni, Mario Ferrari, Nicola Migliorati, Veronica Nieddu, Selene Pizoni, Federico Romagnoli e Francesco Sangermano.  «Si  tratta di una rappresentazione ispirata dal “vento” – si leggeva all’entrata del parco archeologico medmeo – e dalla sua forza indomita, dalla sua grande qualità di attraversare ogni frontiera, di sorpassare i mari e dar vita agli altri elementi della terra, così come allo sforzo infinito compiuto dall’uomo per domarlo e governarlo. Un desiderio irrefrenabile e necessario che nei secoli ha modellato l’umanità e le sue contingenze unendo spesso il sacro al profano».

Lo spettacolo si è avvalso di una coreografia potente e viscerale, che ha impegnato i danzatori in una esibizione di grande livello tecnico ed interpretativo. L’Oplas nasce nel 1993, ed è Compagnia Stabile di Danza presso l’omonimo teatro ad Umbertide (PG), inoltre sede del Centro Coreografico Regionale Umbria. Nel corso degli anni la compagnia ha creato numerosi spettacoli di danza sia per il teatro che per gli “spazi non convenzionali”, ricevendo premi dal pubblico e dalla critica internazionale. L’associazione è riconosciuta dal MiBAC -(Art. 8 e 15, DM 163) e dalla Regione Umbria (Ass.to alla Cultura) ed è stata ospite, in Italia, di importanti e storiche rassegne di danza (“Mittel Fest”, “Todi Festival”, e numerose stagioni di danza nei teatri di tradizione).

Inoltre, in virtù della continua ed intensa attività artistica e culturale svolta negli anni, il collettivo “Oplas” viene acclamato come ambasciatore dell’arte italiana nel mondo: «andando per il mondo alla scoperta di altre culture – hanno spiegato gli artisti – abbiamo fatto tesoro di esperienze che hanno arricchito sia la compagnia che la scuola ad essa accorpata, e siamo certi di regalare al pubblico, grazie alla nostra “miscela interdisciplinare”, sempre nuove emozioni».

Francesco Comandè

Ultimi Articoli

Candidati, per favore, la politica e i contenuti.

Nella frenesia delle campagne elettorali, emerge spesso una triste realtà: la politica si trasforma...

Mancato confronto Russo-Scarcella, il chiarimento della nostra testata

«Il nostro giornale avrebbe voluto offrire alla città un momento di riflessione in vista del ballottaggio, e ha fatto di tutto per permettere alle due candidate di dialogare pubblicamente, ma purtroppo non per motivi imputabili alla redazione del giornale, non è stato possibile organizzare il dibattito»

Campagna “Maturità al sicuro” della Polizia e Skuola.net per contrastare le fake news sull’esame di Stato

Passano gli anni ma, per gli studenti che si apprestano a sostenere la Maturità,...

Nasce Agorà deliese, il sindaco Falcomatà ringrazia i promotori: «Segno di un territorio vitale e socialmente ricco di iniziative»

Nel corso dell'incontro, alla presenza del Sindaco metropolitano e del Dirigente del Settore Viabilità Lorenzo Benestare, è stato chiarito l'iter relativo alla realizzazione della strada di collegamento tra lo svincolo autostradale di Gioia Tauro ed il borgo di Delianuova

Il viaggio di Calabria in Fabula riparte dalla Costa degli Dei: prima tappa a Pizzo

Protagonisti dell'appuntamento del 15 e 16 giugno, Milvia Marigliano e Ulderico Pesce

L’Adriana Lecouvreur di Cilea sul palcoscenico del Gran Teatre del Liceu di Barcellona

Nel cartellone di uno dei poli culturali della Catalogna, l'opera ispirata alla storia dell’amore contrastato tra l’attrice teatrale francese e il conte di Sassonia Maurizio, musicata dal compositore palmese

Riportare le comunità nelle piazze dei borghi con il teatro: presentata la seconda annualità di Calabria in Fabula

Da Pizzo a Palmi, 5 città per le 5 province calabresi con i grandi nomi della scena italiana