Gioia: Primo consiglio per l’amministrazione Pedá

0
2927
Cutrì, Vazzana, Pedà e Toscano
Cutrì, Vazzana, Pedà e Toscano

GIOIA TAURO – Primo consiglio comunale per la nuova amministrazione gioiese guidata da Giuseppe Pedá.

Si è infatti conclusa da pochi minuti la seduta che ha delineato i volti della giunta appena insediata e che vede Anna Maria Stanganelli come vicesindaco e gli assessorati per Daniele Cutrì, Francesco Toscano e Adriana Vazzana.

Santo Bagalá è il nuovo presidente del Consiglio mentre la minoranza ha scelto Francesca Altomonte per la vicepresidenza. Bagalà ha raccolto il voto di otto degli undici consiglieri di maggioranza mentre Altomonte ha preso cinque voti sui sei della minoranza. Gli altri quattro voti sono andati ad Anna Maria Tomaselli (3) e Cristian Guerrisi (1).

“Abbiamo davanti una grande sfida anche nei confronti del Governo nazionale. – ha detto il sindaco subito dopo il giuramento – È nostro compito stare insieme e tutelare i cittadini. Le emergenze sono tante. – ha aggiunto – Tra le prime abbiamo il problema dei rifiuti. Ho chiesto ai cittadini di pazientare ma ci siamo già mossi per raggiungere una soluzione. Anche la macchina comunale è da rivedere in modo che possa garantire i servizi dovuti”.

Reduce da un incontro romano con il Ministro Guidi, Pedá ha anche fatto riferimento alla fabbrica di auto da realizzarsi a Gioia Tauro.

“Sicuramente abbiamo aperto un tavolo. – ha detto – Ma non è un progetto ancora definito. Andiamo tutti con i piedi di piombo ma siamo ottimisti. Quello che vorremmo fare è anche far utilizzare gratuitamente come incubatori i capannoni abbandonati ai nuovi giovani imprenditori che si trovano nella fase iniziale. Guardiamo alle strutture sportive, alla legalità, trasparenza, istruzione.

Quel che è certo, – ha concluso – è che voi sarete tutti miei giudici. Non approfitterò della posizione di sindaco nè darò posti di lavoro a parenti e amici”.

Eletti poi per la commissione elettorale Totò Parrello, Cristian Guerrisi e Salvatore La Rosa come titolari. Jessica Raco, Giulio Ranieri e Giuseppe Zappalá come supplenti.

Giuseppe Cammareri, Giuseppe Zappalá e Anna Maria Tomaselli sono stati eletti invece nella Commissione comunale per la formazione degli elenchi dei giudici popolari.