Gioia: Capitaneria sequestra 140 chili di pesce

0
326

GIOIA TAURO Centoquaranta chili di pesce sono stati sequestrati questa mattina dalla Guardia costiera di Gioia Tauro, in un’operazione portata a termine insieme al personale del commissariato di Polizia di Palmi.

Si tratta di pesce di vario tipo trasportato e venduto in maniera legale, gran parte del quale è stato donato ad istituti di beneficienza, mentre una minima parte, considerata non idonea al consumo umano da parte del veterinario dell’Asl di Palmi, è andata quindi distrutta.

Dal controllo e relative confische sono state chiaramente elevate multe piuttosto care e una denuncia alla Procura della repubblica di Palmi.

Ancora una volta si riconferma l’assoluta costanza dei controlli da parte della polizia marittima eseguiti sull’intera filiera della pesca dalla Capitaneria di porto di Gioia Tauro, guidata dal comandante Diego Tomat, che garantiscono l’incolumità del cittadino dalla vendita illegale del pesce, conservato in condizioni igienico sanitarie precarie, proveniente dalla pesca sportiva o non sottoposto ad alcuna ispezione.

Eva Saltalamacchia