Emergenza rifiuti, Isola: comprensibile il dissenso ma l’amministrazione è a lavoro

0
433
Palazzo San Nicola a Palmi
Giuseppe Isola
Giuseppe Isola

PALMI – Una lettera per spiegare alla città cosa l’amministrazione comunale sta facendo per fronteggiare la crisi dei rifiuti. Il messaggio è dell’assessore all’ambiente Giuseppe Isola all’indomani dalla nota polemica di Enzo Infantino, il quale senza girare troppo intorno al problema ha bollato come “incapace” l’amministrazione comunale sulla gestione dei rifiuti.

“Ho letto ed ascoltato con attenzione le critiche mosse al sistema di gestione dei rifiuti solidi urbani da parte di cittadini stanchi quanto e più di me di alcune inefficienze – recita il testo della lettera – ma anche le valutazioni provenienti da una parte dell’opposizione, che non perde l’occasione (…del resto, rientra nel “gioco delle parti”) per cavalcare l’onda del dissenso attraverso un’analisi quantomeno incompleta”.

Isola passa quindi alla descrizione delle azioni intraprese dall’amministrazione – della quale è assessore con delega all’ambiente – per affrontare la situazione che ciclicamente in città diventa insostenibile, annunciando che da qui a breve dovrebbe partire la nuova raccolta dei rifiuti porta a porta, tanto per il materiale riciclabile quanto per l’indifferenziabile.

“Ad oggi, il Comune di Palmi attende dalla RA.DI. di conoscere se vi è la disponibilità tecnica e contrattuale necessaria per rimodulare il servizio secondo le esigenze della cittadinanza – spiega l’assessore nella lettera – Qualora ciò non fosse possibile e compatibilmente con le norme poste dal Codice degli Appalti, l’Amministrazione valuterà i presupposti per la rescissione del contratto in danno stipulato l’8 aprile 2011. Si tratta di una iniziativa, questa si, clamorosa”.

Quindi prosegue: “ritengo che un Ente Pubblico debba “parlare” attraverso gli atti che produce e sono certo che questo Assessorato abbia fatto tutto il possibile per la risoluzione della questione, attraverso un nuovo impianto normativo, delibere di giunta e di consiglio, determine e diffide. Auspico che l’evidente problema si risolva in tempi brevi e garantisco ai cittadini tutto l’impegno – mio personale e dell’Amministrazione – per superare una crisi che, nonostante gli imponenti sforzi, sembra non avere fine”.

 “È necessario che tutti noi capiamo l’importanza della differenziata. Basti pensare che per quanto attiene ai proventi dai consorzi di filiera (CONAI), nell’anno 2013 – con una raccolta differenziata al 23.44% – il Comune ha speso € 613.610,59 ed incassato € 92.652,24. Se riusciremo ad arrivare ad una percentuale di differenziata al 65%, l’Ente spenderà circa € 333.000 in meno per lo smaltimento dei rifiuti e incasserà circa € 260.000,00 in CONAI, “annullando” di fatto l’inopportuno aumento della tariffa sui rifiuti per i Comuni a partire dal 2015.

È per questo motivo che – al di là di ciò che accadrà nel breve periodo e ferma restando la vigenza dell’attuale servizio di raccolta settimanale del differenziato e dell’umido – insisto nell’invitare tutti i cittadini ad evitare gli sprechi ed a differenziare. Invito, inoltre, tutti coloro che non fossero raggiunti dal servizio, di segnalarlo all’Ufficio Ambiente del Comune di Palmi, anche tramite la modulistica presente sul sito istituzionale www.comune.palmi.rc.it, area “Raccolta Differenziata”.