Coronavirus, posti esauriti al GOM. L’appello del sindaco Alessio: «Combattiamo il virus con il vaccino»

A Gioia Tauro 8000 cittadini hanno completato il ciclo vaccinale, su una popolazione di 15.500 persone

0
47
Alessio al termine dell'assemblea
«Ho appena ricevuto la telefonata da parte del Commissario dell’ASP di Reggio Calabria, dott. Gianluigi Scaffidi, con la quale mi ha informato che il GOM di Reggio Calabria sta già mandando i primi pazienti covid stabilizzati a Catanzaro, ha già dato disponibilità l’ospedale di Tropea come centro covid e da domani, si riaprirà l’ospedale covid a Gioia Tauro per venire incontro alle esigenze del GOM e impedire che i pazienti covid debbano recarsi fuori Regione per la convalescenza».
 
È quanto scrive in una nota stampa il primo cittadino di Gioia Tauro, Aldo Alessio.
 
«Il covid non è stato ancora sconfitto e non bisogna abbassare il livello di guardia, ad oggi risultano positivi 200 cittadini gioiesi. Attualmente – prosegue il sindaco –  la situazione a Gioia Tauro è la seguente: il totale dei vaccinati tra prima e seconda dose è di 8.000 gioiesi, su una popolazione soggetta a vaccino di 15.501, quindi al momento solo il 51,6% della popolazione gioiese risulta vaccinata».
 
«È necessario aumentare questa percentuale nel più breve tempo possibile, pertanto invito tutti i cittadini non vaccinati a programmare – attraverso la piattaforma informatica – l’appuntamento per il proprio vaccino, è questo il solo modo per combattere il covid», conclude Alessio.