HomeSocietàCittanova, il “Guerrisi” abbraccia il territorio con i “Patti educativi di Comunità”

Cittanova, il “Guerrisi” abbraccia il territorio con i “Patti educativi di Comunità”

Pubblicato il

Mettere a punto idee e linee programmatiche, lavorare sulla connessione ideale e operativa tra scuola e territorio. È con questo spirito che il Liceo Scientifico “M. Guerrisi” di Cittanova, su iniziativa della dirigente scolastica Clelia Bruzzì, promuove i “Patti educativi di Comunità”  per siglare alleanze territoriali tra scuole, enti locali, soggetti del terzo settore e del civismo attivo.

Con un approccio partecipativo, cooperativo, solidale di tutta la comunità, i “Patti”, introdotti dal Ministero per l’Istruzione, rappresentano un’occasione di dialogo con le associazioni cittadine e con l’Amministrazione Comunale  per condividere visioni e rinsaldare un’antica alleanza, capace di valorizzare le risorse culturali e lavorare per l’inclusione, contro la povertà educativa e la dispersione scolastica.

Il Liceo “Guerrisi” diventa così cabina di regia che definisce accordi, innesca processi virtuosi  e favorisce il confronto  di esperienze tra i diversi attori territoriali attraverso la partecipazione attiva e il coinvolgimento diretto delle famiglie.  Individuando come priorità la cura e la presa in carico delle situazioni di maggiore fragilità, lavorando per rimuovere le disuguaglianze e per prevenire e contrastare la povertà educativa, l’obiettivo più importante resta la responsabilità della formazione e della crescita collettiva.

«La complessità del mondo contemporaneo, a cui il sistema scolastico pubblico deve dare risposta, si arricchisce delle specificità e delle chiavi di lettura che la dimensione locale suggerisce, favorendo lo sviluppo delle capacità degli adolescenti e la crescita delle competenze di cittadinanza di tutte e di tutti», spiega la dottoressa Bruzzì.

La dirigente riflette ancora sulla funzione sociale della scuola, specificando gli intenti: «Prevenire i fenomeni della povertà educativa, dell’abbandono scolastico e del fallimento formativo, e allo stesso tempo valorizzare e mettere a sistema tutte le esperienze educative e  le risorse del territorio, in una stretta connessione tra l’istituzione scolastica, gli enti locali e i loro servizi, le organizzazioni del civismo attivo e del privato sociale, in relazione ad  azioni di prevenzione che impediscano l’abbandono  e garantiscano supporto psico-sociale nei confronti delle famiglie e degli alunni, provati dagli effetti della pandemia».

Tra le attività in corso, “La via dei Poeti”, in collaborazione con l’associazione “Kalomena” e il Comune di Cittanova; “Mountain bike”  e “Trekking”, in collaborazione con l’associazione “Bicittanova”; “Festa medievale” a San Giorgio Morgeto in collaborazione con l’associazione “Nuovo Mondo” di San Giorgio; serata astronomica “La notte delle Stelle”,  in collaborazione con il Planetario “Pythagoras” di Reggio Calabria  e il Comune di Cittanova; progetto “La Villa comunale per immagini”, in collaborazione con l’associazione “Carlo Ruggiero” e il Comune di Cittanova; progetto Inclusione (torneo di dama, tennis, laboratorio chimico), in collaborazione con le associazioni “Cittanuova”, “AVIS”, “C.R.I.” “Tango November” “G. Marconi, R.E.S.” e “ASD Gymnasium”.

Ultimi Articoli

Ospedale di Polistena, Profiti rassicura ma non si sbilancia

L’incontro istituzionale presso la sala consiliare del comune di Polistena per la presa d’atto...

Palmi, incontro tra sindaci: Ranuccio riceve il primo cittadino di Montlieu-la-Garde

Nicolas Morassutti, dopo essere stato in città nel 2018 per un'iniziativa di beneficenza, è tornato in vacanza

Alimenti senza certificazione in lidi e ristoranti: sanzioni per 25mila euro a Reggio

Sequestrati dai carabinieri oltre 400 kg di prodotti alimentari privi di tracciabilità e riscontrate in numerose attività gravi carenze igienico-sanitarie

Cittanova, gli studenti del liceo Guerrisi protagonisti della passeggiata lungo “Le vie dei poeti”

L'evento si svolgerà il 16 e 17 agosto a partire dalle 22

La diocesi Oppido-Palmi celebra i 50 anni di sacerdozio del vescovo Milito

L'ordinazione presbiterale era avvenuta il 12 agosto 1972

L’A.N.P.I di Cinquefrondi si presenta con un libro

Per la prima uscita pubblica la sezione A.N.P.I. di Cinquefrondi ha scelto di presentare...

A Palmi un concerto in ricordo del maestro Carmelo Cannizzaro

Domani 12 agosto, in piazza I Maggio, lo spettacolo musicale del gruppo "Due Lyre e mezzo di Taranta"