HomeSocietàCittanova, gli studenti del "Guerrisi" incontrano l'astronomo Flavio Fusi Pecci

Cittanova, gli studenti del “Guerrisi” incontrano l’astronomo Flavio Fusi Pecci

Pubblicato il

Lunedì 15 aprile, gli studenti del liceo “Guerrisi” di Cittanova, hanno avuto l’occasione di incontrare il prof. Flavio Fusi Pecci, astronomo di fama internazionale, presso il cinema teatro “Gentile”. Un evento che ha registrato un grande successo avendo come spettatori interessati non solo oltre 400 alunni della scuola, ma in aggiunta anche un nutrito numero di appassionati che hanno voluto assistere all’incontro.

La manifestazione, che è stata moderata dal prof. Domenico Curinga, rientra all’interno del progetto “Docente per un giorno” che, da più di 20 anni, il Liceo Guerrisi periodicamente propone ai suoi studenti, e più in generale al territorio, con l’intento di favorire l’incontro con il mondo della scienza, della cultura, dello spettacolo e del mondo della solidarietà.

Il prof. Fusi Pecci, un’autorità nel suo campo, è Astronomo ordinario dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, già direttore dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari e poi dell’Osservatorio Astronomico di Bologna. È stato fra l’altro membro del Consiglio Scientifico del Gruppo Nazionale di Astrofisica del CNR, Coordinatore Nazionale della Strumentazione del Telescopio Nazionale Galileo (Isole Canarie) ed ha fatto parte dei Comitati tecnico-scientifici Internazionali dell’Hubble Space Telescope (HST) a Baltimora, USA, e dell’European Southern Observatory (ESO) in Germania e Cile. Come si vede un curriculum di tutto rispetto.

Dopo i saluti istituzionali da parte della Dirigente dott.ssa Clelia Bruzzì e del Sindaco di Cittanova Francesco Cosentino, il prof. Fusi Pecci ha avviato la sua lezione dal titolo “I Buchi neri, una questione di enorme gravità”.

Una relazione mai noiosa e sempre attenta a sostenere l’interesse e l’attenzione nei ragazzi, i quali hanno manifestato grande entusiasmo per l’iniziativa, confrontandosi con il “Docente per un giorno”, al termine della sua lezione, per soddisfare alcune loro curiosità. 

Lo stesso Fusi Pecci, dal canto suo, ha manifestato la sua soddisfazione e il suo stupore per la calorosa accoglienza ricevuta dalla scuola, di cui ha apprezzato il notevole sforzo della Dirigente Bruzzì, del corpo docente e di tutto il personale scolastico per promuovere la crescita sociale del territorio attraverso le innumerevoli iniziative messe in atto e che rendono il Liceo Guerrisi di Cittanova una realtà formativa di primario rilievo, non soltanto nel comprensorio in cui opera ma sicuramente dell’intera regione Calabria. 

Intervistato dal prof. Anastasi, Fusi Pecci ha avuto modo di ribadire concetti già espressi nel corso della sua relazione; in particolare ha sottolineato di avere avuto una vita fortunata, una vita facile e divertente, che ha richiesto però impegno, stimolando così i ragazzi a fare altrettanto. Parafrasando poi la famosa canzone di Alan Sorrenti ha poi affermato che realmente noi siamo “Figli delle Stelle” in quanto tutti gli elementi chimici che ci compongono e che hanno permesso la costruzione della vita sono stati costruiti all’interno di questi corpi celesti.

Ha voluto infine ricordare come la nostra stella, il Sole, che brilla ormai da quattro miliardi di anni, continuerà a mandarci i suoi raggi per altrettanti anni  e questo sta a significare, non soltanto che noi siamo in grado di determinare con calcoli matematici la durata della vita delle stelle, ma anche attorno a quali stelle andare a cercare eventuali pianeti in grado di ospitare forme di vita, essendo ben noto come l’evoluzione biologica richieda tempi molto lunghi.

Al termine della manifestazione la scuola ha assegnato al professore Fusi Pecci il “Premio alla carriera scientifica” con una targa ricordo realizzata dal maestro orafo Michele Russo che ha consegnato direttamente l’opera all’ospite. 

Ultimi Articoli

Palmi, la storia di Santa Rita da Cascia diventa una rappresentazione teatrale

Domani 28 maggio e mercoledì nell'Auditorium della parrocchia Santa Famiglia andrà in scena l'opera sulla storia della santa dei casi impossibili

Giovedì torna a Reggio il ministro Salvini per un focus sul ponte sullo Stretto

Gelardi (Lega): «L'opera può rappresentare il primo e più importante passo verso il progetto di abbattimento del divario tra nord e sud del Paese»

Gli alunni della scuola “Casella” di Rizziconi fanno il pieno di successi in tre manifestazioni musicali

10 studenti, frequentanti i corsi di flauto traverso e chitarra, si aggiudicano un terzo premio, un primo premio e un assoluto in tre concorsi nazionali

Inaugurato un Punto prelievi dell’ASP di Reggio Calabria. La soddisfazione del consigliere Giannetta

«Tassello dopo tassello, stiamo ricostruendo la sanità»

Palmi, la storia di Santa Rita da Cascia diventa una rappresentazione teatrale

Domani 28 maggio e mercoledì nell'Auditorium della parrocchia Santa Famiglia andrà in scena l'opera sulla storia della santa dei casi impossibili

Gli alunni della scuola “Casella” di Rizziconi fanno il pieno di successi in tre manifestazioni musicali

10 studenti, frequentanti i corsi di flauto traverso e chitarra, si aggiudicano un terzo premio, un primo premio e un assoluto in tre concorsi nazionali

Inaugurato un Punto prelievi dell’ASP di Reggio Calabria. La soddisfazione del consigliere Giannetta

«Tassello dopo tassello, stiamo ricostruendo la sanità»