HomeCronacaBullismo, a Gioia Tauro i Carabinieri incontrano 70 studenti del "Pentimalli"

Bullismo, a Gioia Tauro i Carabinieri incontrano 70 studenti del “Pentimalli”

Pubblicato il

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro nell’ambito della Campagna sulla Formazione della Cultura della Legalità, progetto condotto dall’Arma dei carabinieri a livello nazionale, hanno incontrato circa 70 studenti dell’Istituto Comprensivo “Francesco Pentimalli” per affrontare i temi del bullismo, cyberbullismo e dei rischi derivanti dalla navigazione a mezzo web. 

L’incontro che si è tenuto presso la sala “Le Cisterne” del Comune di Gioia Tauro, tra i militari e numerosi insegnanti e studenti delle classi 3e dell’Istituto Comprensivo “Pentimalli”, ha avuto come obiettivo quello di analizzare i vari fenomeni al fine di consentire un loro più agevole riconoscimento per la successiva denuncia agli organi di polizia. 

Nel corso dell’incontro si è ribadita l’opportunità di sviluppare la sensibilità per identificare un episodio di bullismo e comprendere cosa si possa concretamente fare, in primis la denuncia dello stesso a insegnanti, organi di polizia o comunque a persone adulte affinchè si possa procedere alle misure ritenute necessarie per arginare tale fenomeno.

Le tematiche affrontate hanno destato grande interesse, richiamando l’attenzione degli alunni con esempi pratici, e rappresentando tutte le criticità e i rischi che si possono incontrare anche attraverso la tendenza sempre maggiore a scaricare programmi da piattaforme di condivisione online, o di messaggistica, troppo spesso sconosciute, dai ragazzi. 

L’incontro, al termine del quale sono stati indicati i numeri utili attraverso cui, in totale anonimato, potersi rivolgere, quali il 114, numero “Emergenza infanzia”, si è concluso in ultimo con la proiezione di un video sulla vita di Carolina Picchio, vittima di bullismo e cyberbullismo con l’esortazione a che, episodi come quelli che hanno portato all’estremo sacrificio della ragazza, non accadano nuovamente e con l’impegno per i ragazzi a non considerare episodi di violenza o di bullismo in generale come uno scherzo ma a prestare la giusta importanza e considerazione ai comportamenti da tenere o da evitare verso il prossimo.

L’obiettivo, anche questa volta, è stato quello di rendersi quanto più vicini possibili ai più giovani al fine di conoscerne sempre più le esigenze e le problematiche, intervenendo, laddove necessario, con tempismo per risolverli. 

Ultimi Articoli

Elezioni a Gioia Tauro: le dichiarazioni di Schiavone sull’apparentamento

Ad ormai una settimana dal voto, Rosario Schiavone rilascia una dichiarazione. Riportiamo fedelmente le...

Campionato mondale Para Standing Tennis, tra i partecipanti anche un palmese

Si tratta di Rocco Brando, 49 anni, che prenderà parte alla competizione che si svolgerà a Grugliasco dal 20 al 23 giugno

Autorità portuale, Pasquale Faraone nominato segretario generale

Il dirigente subentra ad Alessandro Guerri che ha lasciato l'incarico ricoperto dallo scorso gennaio

Il premio “Stefano Viola“ a Davide Possanzini: l’accoglienza di Falcomatà

Il sindaco: «Eroe di una Reggina da serie A, ci ricorda chi siamo stati e chi vogliamo tornare a essere»

Gioia Tauro: Minaccia di morte sui social da parte delle “Brigate Rosse”, identificato l’autore dai Carabinieri

I Carabinieri hanno identificato e deferito l'autore delle minacce di morte pubblicate sui social...

La vocalist Valentina Crudo torna a casa 10 mesi dopo l’incidente. «Sono viva per miracolo»

La 30enne di Rombiolo è rimasta coinvolta nello scontro frontale avvenuto il 20 agosto 2023 sulla super strada Jonio-Tirreno

Gioia, vendevano on line mezzi agricoli a prezzi vantaggiosi: denunciati tre soggetti per truffa aggravata

L'indagine della polizia è partita dal racconto di una donna che ha pagato 3e500 euro per l'acquisto di un trattore