HomeCronacaBlitz dei carabinieri alla Tonnara di Palmi: sequestrati 15 chili di pesce...

Blitz dei carabinieri alla Tonnara di Palmi: sequestrati 15 chili di pesce avariato pronto per essere venduto

Pubblicato il

Negli ultimi giorni i Carabinieri della Compagnia di Palmi, in collaborazione con la Guardia Costiera di Gioia Tauro, i veterinari dell’ASP di Reggio Calabria ed il comando della polizia locale, hanno coordinato una serie di controlli finalizzati al contrasto della vendita abusiva di prodotti ittici.

All’esito delle verifiche esperite sono emerse violazioni di tipo amministrativo che hanno comportato il sequestro di oltre 15 chili di pesce avariato e circa 6000 euro di verbali a carico dei venditori ambulanti. Oggetto dei controlli il mercato rionale di Palmi, pescherie e diverse bancarelle abusive presenti alla Tonnara.

In quest’ultima località, in particolare, sono stati rinvenuti, chiusi in sacchetti di plastica al cui interno proliferavano insetti di vario genere, diversi chili di pesce, in condizioni igienico sanitarie pessime, pronti per la vendita. Quasi sempre a fare le spese dello smercio abusivo del pescato, con notevoli conseguenze sulla salute, risultano gli anziani. Proprio loro sono le vittime più vulnerabili. Ignari del pericolo derivante dall’assunzione di tali alimenti, infatti, li acquistano dai cosiddetti venditori “di fiducia”. Conoscenti di vecchia data o amici presunti tali che, privi di scrupoli, smistano gli scarti del pescato non vendibili, con le modalità di smercio standardizzate: banchini mobili siti nei pressi delle abitazioni facili da smontare e nascondere in caso di controlli delle autorità competenti.

Il maxiintervento interforze è stato giustificato dalle continue segnalazioni della cittadinanza, sempre più stanca degli odori nauseabondi provenienti da queste attività che con l’avvicinarsi dell’estate e l’aumento delle temperature rischiano di compromettere la salute pubblica. Numerose prescrizioni, inoltre, sono state irrogate nei confronti di alcune pescherie che, incuranti delle normative sanitarie in materia, esponevano e lavoravano il pescato, riversando materiale organico sulla pubblica via ed attirando animali di vario genere.

Ultimi Articoli

A Palmi il ricordo di Satnam Singh

La triste storia del bracciante morto a Latina per colpa del comportamento disumano del datore di lavoro ha suscitato indignazione e rabbia

«Signora, sua figlia ha causato un incidente, paghi 3mila euro». Anziana derubata a Rizziconi da un finto carabiniere

Deferita anche una donna campana; la vittima incastrata anche da un falso avvocato

Pallacanestro Palmi vince il Torneo Primavera Under 15M Fip

Un finale di stagione ricco di soddisfazioni per la Pallacanestro Palmi ASD, che dopo tanti anni torna alla vittoria in un torneo giovanile Fip.

Antonio Orso nella storia di Gioia Tauro

Il ricordo di Amalia Frascà, socia Adic

«Signora, sua figlia ha causato un incidente, paghi 3mila euro». Anziana derubata a Rizziconi da un finto carabiniere

Deferita anche una donna campana; la vittima incastrata anche da un falso avvocato

S. Ferdinando, danno fuoco a un’auto e scappano: due denunce

La vettura data alle fiamme sostava vicino a delle abitazioni e a delle aree verdi che, fortunatamente, non hanno subito danneggiamenti

Lavori abusivi su terreni vincolati: deviato il corso del torrente Duverso a Seminara – VIDEO

Le aree, due autocarri e due escavatori sono stati posti sotto sequestro dai carabinieri forestale di Cittanova e Sant’Eufemia D’Aspromonte. Denunciati il titolare della ditte e il direttore dei lavori.