HomeAltre NotizieBellofiore: «Attivo il display sulla qualità dell'aria»

Bellofiore: «Attivo il display sulla qualità dell’aria»

Pubblicato il

Riceviamo e pubblichiamo:

il display

Il Sindaco Renato Bellofiore, l’assessore all’ambiente Domenico Savastano e l’intera amministrazione comunale – da sempre sensibili alle problematiche relative alla qualità dell’aria – hanno ottenuto dalla TEC/VEOLIA un display collegato in rete che potesse permettere la visualizzazione dei dati della qualità dell’aria nel comune di Gioia Tauro. Tali dati saranno comunicati – in tempo reale – ai cittadini gioiesi mediante appunto un server ed un display posti all’esterno del palazzo comunale di Gioia Tauro sito in via Trento.

Tale sistema posto visualizzerà quindi a rotazione i dati degli ultimi rilevamenti della qualità dell’aria. Tutti i dati inviati verranno comunque memorizzati sul sever-TEC posto nel Comune di Gioia Tauro.
Per quanto riguarda il significato dei semafori posti a margine di ogni inquinante visualizzati sul pannello abbiamo che il:

-“verde” significa livello sotto il valore limite;

-“giallo” significa superato il valore limite (solo per SO2 (Biossido di Zolfo) e NO2 (Biossido di Azoto) / Superato Valore Obiettivo per la protezione della salute umana solo per O3 (Ozono);

-“rosso” significa superata la soglia di allarme (solo per SO2, NO2 e O3) / Superato il valore limite (solo per PM 10 (Polveri) e CO (Monossido di Carbonio).

Tale procedura vuole essere solo un facilitazione di lettura dei dati perché altrimenti ai tanti che non sono tenuti a conoscere la normativa, il numero visualizzato non sortirebbe nessun effetto. Infine  nella scritta scorrevole verrà visualizzato anche un aggettivo complessivo della qualità dell’aria (Ottima, Buona, Sufficiente, etc) estrapolato da ARPACAL a partire dal valore di ciascun inquinante.

Era una delle promesse fatte in campagna elettorale dal Sindaco e dal movimento politico “Cittadinanza Democratica” che abbiamo mantenuto. Come per l’Istituto Nautico che sarà operativo in concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico, sin dal prossimo mese di settembre, anche per il sistema di comunicazione ai cittadini dei dati dell’aria possiamo dire: «obiettivo raggiunto».

La priorità va alla salute dei cittadini e questo sistema di comunicazione dei dati dell’aria in tempo reale la garantisce in modo concreto. Aspetto importante da non trascurare è la “trasparenza totale” dei dati raccolti, che vengono smistati da un centro operativo e comunicati direttamente al Comune di Gioia Tauro, il quale potrà mostrarli sul display informativo sotto l’occhio dei cittadini.

Oltre alla trasparenza dei dati però per noi è importante di più la trasparenza dell’aria. L’aria è sinonimo di ansia per le persone, soprattutto perché non si vede. Con questo sistema renderemo visibile anche l’invisibile. Se dai dati emerge qualcosa di preoccupante, non avremo nessuna tolleranza. Fermeremo l’impianto e faremo ogni tipo di controllo.

Il SINDACO di GIOIA TAURO
Avv. RENATO BELLOFIORE

Ultimi Articoli

Volley, l’OmiFer attende la Capitale nella bolgia del PalaSurace

Domani la squadra di mister Radici sfiderà in casa la SMI Roma

Al Teatro Gentile di Cittanova in scena Tosca d’Aquino e Giampiero Ingrassia

Il 9 febbraio appuntamento con "Amori e sapori nelle cucine del Gattopardo"

Reggio, domani la presentazione di “Guida all’Aspromonte misterioso”

Edito da Rubettino, è stato scritto da Giuseppe Battaglia e Alfonso Picone Chiodo

Laureana, ancora chiuso il tratto di strada pedemontana

Da ormai più di un biennio la strada, realizzata di recente, che permetterebbe un alleggerimento del traffico sulla SGC, non è praticabile e non se ne conosce il motivo

‘Ndrangheta: Estorsioni, sequestri e riciclaggio. Arrestate 56 persone in tutta Italia

L'operazione di polizia a Vibo Valentia, Catanzaro, Reggio Calabria, Palermo, Avellino, Benevento, Parma, Milano, Cuneo, L’Aquila, Spoleto e Civitavecchia

Arresti ‘ndrangheta: i nomi dei soggetti coinvolti

Tra gli arrestati anche persone di Palmi, Taurianova, Barritteri di Seminara, Gioia Tauro e Polistena