A San Ferdinando un progetto finlandese di salvaguardia ambientale

«Vogliamo continuare a sviluppare il progetto e promuovere in primis l’adozione della nostra soluzione di riciclo»

0
33

Promuovere un futuro responsabile grazie ad un modello di economia circolare basato sul recupero e la trasformazione dei mozziconi di sigaretta. È questo l’obiettivo di Snuffit, la start up creata dal designer finlandese Ulf Nygren che punta a ridurre il fenomeno del littering, ovvero l’abbandono di materiale di scarto di piccole dimensioni in luoghi pubblici che rappresenta una delle principali cause di degrado ambientale su scala globale.

Per il lancio del progetto, a cui collabora anche il CNR, Snuffit ha scelto San Ferdinando, località sul litorale tirrenico che per le proprie dimensioni e per la sensibilità della sua comunità alle tematiche ambientali rappresenta il luogo ideale in cui testare l’efficacia del modello di economia circolare.

«Anche se l’idea di Snuffit ha già generato a molto interesse a livello internazionale, è dalla Calabria, la mia terra di adozione, che sta partendo un vero e proprio movimento di sensibilizzazione», dichiara Ulf Nygren. «È da qui infatti che vogliamo continuare a sviluppare il progetto e promuovere in primis l’adozione della nostra soluzione di riciclo, grazie alla collaborazione dei gruppi di cittadinanza attiva e ai professionisti già presenti sul territorio.

A San Ferdinando, grazie al coinvolgimento di Luca Gaetano, assessore comunale e membro del team Snuffit, nonché ideatore di Ecowalk, sono già attive le partnership con il gruppo Ecowalk e il Comitato 7 Agosto. Ci sembrava naturale continuare a condividere il nostro impegno per l’ambiente con una comunità così attiva e sensibile».

San Ferdinando ha infatti risposto in maniera entusiasta all’idea di diventare la comunità di riferimento per sperimentare Snuffit; oltre alla sinergia già creata con i gruppi di cittadinanza attiva, tra cui il Comitato 7 Agosto con igiovani del progetto viennese “We Drive Local Action” declinato in “Casettiamo”, sono diversi gli esercizi commerciali che hanno sposato la visione innovativa del progetto: i primi littering kit sono stati già distribuiti al Tabata Beach, a IllusionZ Trentacinque, all’enoteca Polimeni e ai ristorante Gibran e Carullo’s.

La piattaforma di adesioni sta crescendo di giorno in giorno: bar Acquachiara, Angolo Divino Restaurant e rosticceria Logudoro sono in attesa dei loro kit personalizzati, mentre con tutti gli altri esercizi Snuffit sta perfezionando i contatti.

Il modello Snuffit propone un ingegnoso sistema di raccolta dei mozziconi basato sulla collaborazione tra cittadini ed esercizi commerciali e su incentivi che stimolano l’utilizzo di un posacenere personalizzato da portare in tasca o in borsa e in cui riporre le cicche. I bar, i ristoranti e gli altri luoghi di incontro di San Ferdinando potranno fornire alla propria clientela il kit personalizzato che, una volta registrato sulla piattaforma Snuffit e riconsegnato riempito, può dare la possibilità di vincere consumazioni e gadget.

La raccolta dei posacenere pieni riportati sui punti di distribuzione permette poi a Snuffit di dare il via alla fase di riciclo e re-inserimento nella filiera produttiva come MPS (materia prima seconda). La cellulosa di cui sono composti i mozziconi è infatti un materiale naturale e prezioso che può essere rigenerato dando vita a prodotti in ecoplastica e carta vegetale.

Snuffit ha già sperimentato la fase di trasformazione creando ad esempio carta di varie dimensioni e spessori già utilizzati da diversi artisti internazionali per la realizzazione di opere su carta pregiata proveniente dal riciclo.

 

Il Team di Snuffit