HomeAltre NotizieTruffe online sul pellet, U.Di.Con.: «Prestare molta attenzione»

Truffe online sul pellet, U.Di.Con.: «Prestare molta attenzione»

Pubblicato il

«Già da diverso tempo ci giungono segnalazioni su quella che è ormai definita la truffa del pellet. Ciò si è acuito maggiormente nell’ultimo periodo a seguito dell’incredibile rialzo dei prezzi per la stagione invernale. Come sempre i truffatori sono dietro l’angolo pronti ad approfittare di chi – alla ricerca su Internet di prezzi particolarmente favorevoli – rischia di farsi incantare da allettanti proposte che poi si rivelano raggiri».

È l’avvertimento che lancia il Commissario Regionale dell’U. Di. Con. Calabria – Nico Iamundo – ai consumatori calabresi al fine di evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli.

«Tantissimi cittadini, allettati dal prezzo conveniente pubblicizzato sui siti web o sui più diffusi social, chiedono forniture, anche consistenti.  Ovviamente, – scrive Nico Iamundo – il pagamento richiesto è quello anticipato, spesso su carte ricaricabili dove successivamente non ne consegue la consegna. Bisogna fare attenzione, quando il vantaggio è troppo evidente e non in linea con i prezzi medi di mercato, che allo stato attuale si aggira tra gli 11€ e 13€ a sacchetto».

È utile per questo ricordare di verificare preventivamente gli acquisti sul web in quanto  i falsi siti di vendita di pellet a prezzi estremamente vantaggiosi stanno proliferando. Il consiglio principale è di non farsi mai ingolosire dai prezzi bassi e nel caso, prima di procedere al pagamento, di verificare sui motori di ricerca se ci sono recensioni o testimonianze in merito a quel determinato portale.

Per evitare ancora di incorrere in simili truffe, è sempre consigliabile verificare che la partita Iva del venditore corrisponda a quella di un’azienda esistente tramite consultazione del sito dell’Agenzia delle Entrate, oppure che l’annuncio non sia stato già segnalato da altri utenti come fraudolento. È fondamentale reperire infine sul sito una sezione dedicata ai contatti con il cliente e che questa sia veramente attiva e che il profilo del venditore abbia un gradimento elevato.

Le sedi U.Di.Con. sparse nel territorio sono a disposizione di chiunque per ogni tipo di assistenza e per verificare la possibile truffa.

Ultimi Articoli

Palmi, la Metrocity investe sul Monte Sant’Elia: finanziato progetto di quasi 100mila euro

Versace e Ranuccio: «Riqualificazione ambientale e valorizzazione in chiave turistica»

Cittanova, un ricco cartellone di eventi per le festività natalizie

Numerosi gli eventi programmati dal comitato spontaneo "Cittanova in festa"

Rigassificatore a Gioia Tauro, Occhiuto: «Meloni prenda in mano questo dossier»

Le dichiarazioni del governatore Occhiuto in un'intervista a "La Stampa"

Gestione del servizio di primo intervento al Porto, pubblicato (ancora una volta) il bando

L'appalto avrà una durata di 2 anni, a partire dal 1° gennaio 2023

Maropati, omaggio alla figura di Vincenzo Gallizzi

Ricordata a Maropati, la sua città, la figura del politico socialista Vincenzo Gallizzi a...

Smartphone, bollette e gioco. Le abitudini degli italiani fotografate dal Rapporto Coop 2022

In tempi di guerra le abitudini devono per forza cambiare. A maggior ragione se...