HomeCronacaRizziconi: 16 arresti. Fermati anche tre ex consiglieri comunali

Rizziconi: 16 arresti. Fermati anche tre ex consiglieri comunali

Pubblicato il


RIZZICONI – La Squadra Mobile di Reggio Calabria e gli agenti del Commissariato di Gioia Tauro, guidati da Angelo Morabito, hanno eseguito sedici ordinanze di custodia cautelare emesse nei confronti altrettanti presunti esponenti della cosca Crea e hanno sequestrato beni per oltre 5 milioni di euro (leggi il comunicato stampa integrale).

operazione deusSono finiti in carcere Teodoro Crea (75 anni), il 51enne Antonio Crea detto “u malandrinu”, Domenico Crea, 60 anni detto “scarpa lucida”, il 47enne Teodoro Crea chiamato “u biondu”, Domenico Russo di 65 anni, Osvaldo Lombardo di 64 anni, Giuseppe Lombardo di 41 anni e gli ex consiglieri comunale Vincenzo Alessi di 38 anni, Girolamo Cutrì di 58 anni e Domenico Rotolo di 40 anni. E’ invece latitante (dal 2006) il 36enne Giuseppe Crea. Sono agli arresi domiciliari Vincenzo Tornese (52 anni), Maria Grazia Alvaro (36 anni), Clementina Burzì (63 anni) Marinella Crea (38 anni) e Domenico Perri di 67 anni.

I reati contestati agli indagati dalla Dda di Reggio Calabria – che coordina l’inchiesta – vanno, a vario titolo, dall’associazione mafiosa, all’estorsione, all’intestazione fittizia di beni e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

L’indagine riguarderebbe quella che gli inquirenti hanno definitivo una “sistematica ingerenza nelle attività pubbliche nel comprensorio di Rizziconi e si fonda principalmente sul contributo fornito agli investigatori proprio dal sindaco della cittadina in provincia di Reggio, Antonino Bartuccio che, eletto a marzo 2010 con una lista civica, dal suo insediamento ha collaborato con la Polizia e la magistratura, denunciando irregolarità, anche di natura penale, nella gestione dell’Amministrazione comunale per favorire così gli interessi illeciti della cosca.

Il 2 aprile 2011 si dimisero, dopo numerose minacce ed intimidazioni al primo cittadino, tutti i consiglieri comunali e, successivamente, a causa proprio dell’evidente ingerenza criminale, il Prefetto di Reggio sciolse il Comune di Rizziconi.
Lucio Rodinò

Ultimi Articoli

Il circolo di Polistena Futura dedicato a Giacomo Matteotti

Dedicato a Giacomo Matteotti il circolo di Polistena Futura che, nel centenario del rapimento...

Elezioni Gioia Tauro: Le preferenze al consiglio comunale

Ancora non ufficiali, manca ancora la sezione 14, arrivano i dati delle preferenze espresse...

Elezioni a Gioia Tauro: Scarcella e Russo al ballottaggio. I dati completi

Ormai è ufficiale da qualche ora, il prossimo Sindaco di Gioia Tauro sarà donna....

Election day nella Piana, a Gioia sarà ballottaggio Scarcella-Russo, Rizziconi rielegge Giovinazzo

Domenico Antico a Cittanova vince le consultazioni elettorali. I risultati di Laureana, Oppido e Feroleto

‘Ndrangheta e politica, tra gli indagati anche Falcomatà e i consigliere Neri e Sera

L'indagine riguarda presunti illeciti commessi in occasione delle elezioni regionali del 2020 e del 2021 e delle elezioni comunali a Reggio del 2020. Nel mirino la cosca Araniti

Incidente in autostrada tra Rosarno e Gioia Tauro, tre persone ferite

Non si conoscono ancora le condizioni di salute delle persone coinvolte. Sul posto 118 e vigili del fuoco

‘Ndrangheta, estorsioni e reati elettorali: 14 arresti nel reggino

I soggetti coinvolti sarebbero attigui alla cosca Araniti. Contestati anche corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio, falsità materiale e ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici