HomeCronacaPreparava e vendeva prodotti caseari privi di tracciabilità: multato un caseificio di...

Preparava e vendeva prodotti caseari privi di tracciabilità: multato un caseificio di Melicucco

Pubblicato il

Oltre 3.500 kg di prodotti caseari, tra mozzarelle, provole e pecorino, sono stati sequestrati dai carabinieri NAS di Reggio Calabria al termine di un’ispezione all’interno di un caseificio di Melicucco.

I prodotti sequestrati erno prodotti in un’azienda che utilizzava latte vaccino e ovino senza certificazione di provenienza, pertanto i carabinieri hanno rilevato l’impossibilità ad associare la materia prima al formaggio prodotto.

Il registro di autocontrollo HACCP, tenuto in azienda, non era mai stato aggiornato e quindi non vi era alcun modo per risalire agli ingredienti utilizzati durante la produzione.

I prodotti sequestrati, tutti privi di tracciabilità, verranno distrutti in un’azienda apposita come disposto dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di Reggio Calabria.

Ultimi Articoli

Taurianova, bar frequentato da pregiudicati: licenza sospesa per 15 giorni

È il quinto nella sola Piana di Gioia Tauro

Palmi, c’è l’ok della Giunta al consuntivo 2023

L’assessore Celi: «Abbiamo ridotto il disavanzo di amministrazione, obiettivo che garantisce la sostenibilità delle finanze comunali»

La Cooperativa Futura di Maropati al centro di un progetto europeo sul benessere dei giovani post-pandemia

Dal 17 al 20 aprile sarà sede di un meeting internazionale. Protagonisti anche gli studenti del "Rechichi" di Polistena

I giovani di Cinquefrondi in udienza dal Papa

Venerdì 19 Aprile i giovani della Parrocchia San Michele Arcangelo di Cinquefrondi incontreranno Papa...

Taurianova, bar frequentato da pregiudicati: licenza sospesa per 15 giorni

È il quinto nella sola Piana di Gioia Tauro

Operazione “Game over”: smantellata una rete di spacciatori nella Piana

L’operazione è dei carabinieri della compagnia di Taurianova

Operazione Game Over, il sindaco di Taurianova ringrazia i Carabinieri

Biasi: «La nostra Compagnia dell’Arma si conferma un baluardo determinata e radicata»