HomePoliticaPolistena, i manifesti "capovolti" in segno di vicinanza al sindaco Tripodi

Polistena, i manifesti “capovolti” in segno di vicinanza al sindaco Tripodi

Pubblicato il

L’iniziativa di far affiggere manifesti capovolti è una scelta compiuta consapevolmente, in segno di protesta rispetto all’aggressione, all’insulto, alle calunnie che in questi giorni il gruppo consiliare “Polistena Futura” ha sciorinato attraverso manifesti murari e post su facebook contro la persona del sindaco Michele Tripodi e di tutte le persone che lo sostengono.

Il manifesto capovolto, ad iniziativa del PCI e del gruppo Rialzati Polistena, è un’esortazione alla democrazia ed al rispetto verso tutti i cittadini che hanno eletto democraticamente un sindaco, una maggioranza sempre al fianco della gente e della città.

È inaccettabile e molto grave affermare, ad esempio, che il sindaco Michele Tripodi, avrebbe utilizzato operai del comune per far affiggere manifesti, o viceversa scrivere che insieme al nostro capogruppo Fabio Racobaldo impediscano la democrazia quando nessun gruppo politico, compreso “Polistena Futura” paga la tassa di affissione manifesti o avrebbe più diritto di altri ad avere spazi di affissione a proprio uso e consumo.

Giungere poi ad apostrofare il primo cittadino come “un’offesa alla città” è semplicemente la prova dello squallore di certa opposizione, specie quando tutti sanno che Michele Tripodi non ha mai sottratto un centesimo alla comunità di Polistena. Ma ha solo dato.

Il sindaco Tripodi e le sue amministrazioni hanno elevato l’immagine di Polistena, combattendo le mafie con coraggio, dando forza ai ceti popolari, dignità alle istituzioni e prestigio alla nostra comunità. E lo hanno fatto onestamente rimanendo con le mani pulite e portando ingenti finanziamenti per infrastrutture, servizi e occupazione. Abbiamo amministratori non solo adeguati al compito di governo ma che si ritrovano per volontà democratica al posto giusto al momento giusto. Per ultima, la devoluzione di parte delle indennità di carica per le borse-lavoro è solo l’ulteriore segno del buon governo oltre che dimostrazione di altruismo, generosità, solidarietà sociale verso la propria comunità in un momento drammatico per i redditi delle famiglie.

Respingiamo con forza la campagna di odio di un’opposizione senza argomenti che cerca solo di destabilizzare le istituzioni democratiche insediate, cercando di sollevare casi inesistenti e di sobillare i cittadini su futili motivi.

Continueremo ininterrottamente ad affiggere manifesti capovolti sino a quando questa diffamatoria posta nei confronti del sindaco Michele Tripodi, delle persone a lui vicini, di tutte le compagne ed i compagni, le cittadine e i cittadini che lo sostengono non avrà fine.

Il gruppo consiliare “Rialzati Polistena”

Il PCI Polistena

Ultimi Articoli

L’OmiFer Palmi regola anche Roma al PalaSurace che si candida a fortino inespugnabile

La partita si è conclusa 24-21 per la squadra di coach Radici

Rende, Ikea annuncia l’apertura del primo “Plan&Order Point”

Il punto vendita aprirà nei prossimi mesi nel Centro Commerciale Metropolis

La Palmese gioca a tennis contro l’Africo: clamoroso 6-0 al “Lopresti”

Una vittoria schiacciante per la Palmese di mister Crucitti

Nascondeva droga nel cambio dell’auto: un arresto nel Vibonese

Rinvenute anche armi e munizioni nell'abitazione dell'indagato

Furti a Gioia Tauro, Bellofiore (Lega): «Adottare misure per garantire la sicurezza»

La nota del referente Lega sui recenti furti di auto e nelle abitazioni verificati a Gioia Tauro

Polistena, i Democratici hanno messo radici

«È un momento importante per Polistena e un momento di condivisione per un partito...