HomeAmbientePlastic Free in azione in 300 città italiane per la giornata della...

Plastic Free in azione in 300 città italiane per la giornata della Terra: c’è anche Reggio Calabria

Pubblicato il

Un evento senza precedenti, quello organizzato dall’associazione internazionale Plastic Free Onlus, in occasione della giornata della Terra.

Il 20 e il 21 aprile i volontari Plastic Free si muoveranno in 300 città italiane e 6 città all’estero per un maxi evento di pulizia e sensibilizzazione ambientale.

Dal Trentino Alto Adige alla Sicilia, dall’India al Senegal, in 250 mila si mobiliteranno contemporaneamente per rimuovere dall’ambiente plastica e altri rifiuti abbandonati sulle spiagge, lungo gli argini dei fiumi, nei parchi e nelle aree pubbliche. Anche Reggio Calabria risponde “presente” all’appello, con un evento di pulizia della spiaggia di Gallico in programma questa domenica, 21 aprile.

I volontari reggini si incontreranno alle ore 09:30 sul lungomare di Gallico, di fronte il Papirus, per il clean up organizzato dai referenti reggini di Plastic Free, Serena Pensabene, Ludovica Monteleone e Giovanni Mannuzza, insieme alle associazioni AncorArte, Amici Di Villa San Giuseppe, Quadrifoglio e Car Design Sport.

Per questo importante evento, l’associazione ha ricevuto il supporto di Ilaria Speranza, con Fede Reggina, che ha scelto di unirsi alla causa di Plastic Free e sostenere la realizzazione dell’evento con la propria donazione.

Un gioco di squadra che fa sentire forte l’amore per Reggio e il senso di appartenenza al territorio.

L’iniziativa di Plastic Free Onlus, che si svolgerà in contemporanea su tutto il territorio nazionale, ha il supporto del media partner Treedom, innovativa realtà che pianta alberi in progetti di miglioramento ambientale e sociale. Per l’occasione, Treedom ha immaginato un albero speciale: l’Albero della Tartaruga, una Mangrovia Bianca. Fino al 22 aprile, attraverso la piattaforma treedom.net, sarà possibile piantare questo albero speciale e parte del ricavato delle vendite sarà devoluto a Plastic Free Onlus, con l’obiettivo di proteggere e salvare le tante tartarughe marine che ogni anno muoiono per colpa dei rifiuti plastici che hanno invaso i nostri mari.

Per partecipare all’evento di domenica a Gallico Marina è necessario iscriversi tramite il link: https://www.plasticfreeonlus.it/eventi/7489/21-apr-reggio-di-calabria

Si consiglia di portare con sé dei guanti da lavoro, un cappellino per il sole e una borraccia con l’acqua. Tutto il resto dell’occorrente sarà fornito dall’associazione.

L’evento è autorizzato dal Comune di Reggio Calabria.

Ultimi Articoli

Palmi, la storia di Santa Rita da Cascia diventa una rappresentazione teatrale

Domani 28 maggio e mercoledì nell'Auditorium della parrocchia Santa Famiglia andrà in scena l'opera sulla storia della santa dei casi impossibili

Giovedì torna a Reggio il ministro Salvini per un focus sul ponte sullo Stretto

Gelardi (Lega): «L'opera può rappresentare il primo e più importante passo verso il progetto di abbattimento del divario tra nord e sud del Paese»

Gli alunni della scuola “Casella” di Rizziconi fanno il pieno di successi in tre manifestazioni musicali

10 studenti, frequentanti i corsi di flauto traverso e chitarra, si aggiudicano un terzo premio, un primo premio e un assoluto in tre concorsi nazionali

Inaugurato un Punto prelievi dell’ASP di Reggio Calabria. La soddisfazione del consigliere Giannetta

«Tassello dopo tassello, stiamo ricostruendo la sanità»

Raccolta vetro, a Taurianova arrivano i cassonetti intelligenti per il risparmio in bolletta

l Comune spinge per il conferimento di prossimità. Biasi e Caridi si appellano a famiglie e aziende: «Collaborate per abbattere i costi del servizi»

A Bagnara costituito un tavolo tecnico contro l’apertura della discarica “La Zingara”

Sottoscritto l'atto di risoluzione costitutivo del tavolo tecnico permanente intercomunale contro l'apertura della nuova discarica "La Zingara" a Melicuccà.

Sabato 23 marzo torna a Palmi l’appuntamento con gli eventi di Plastic Free

L'associazione ambientalista insieme a Seconda Chance per la salvaguardia dell’ambiente e l’integrazione sociale